14.2 C
San Gavino Monreale
mercoledì, Aprile 8 2020

Nessuno stupro: pensionato assolto dal gup

Da leggere

INPS e indennità Covid-19, attenzione alle truffe via SMS

L’INPS, mediante una nota urgente, informa i propri utenti che si sono nuovamente verificati sospetti tentativi fraudolenti di richiesta di dati sensibili,...

Presentazione delle domande per la concessione dei “Buoni Spesa” del Comune di San Gavino Monreale

Sono aperti i termini per la presentazione delle istanze finalizzate alla concessione di “buoni spesa” al fine di fronteggiare i bisogni alimentari...

Raccontare San Gavino ai tempi del coronavirus. Ospiti del 7 aprile, Don Massimo Cabua e Alberto Ibba

Oggi con noi Don Massimo Cabua e Alberto Ibba. Tutte le sere dal lunedì al venerdì alle 21:30 andrà in onda "Raccontare...

Coronavirus, bollettino a San Gavino Monreale al 7 aprile 2020

Il Comune di San Gavino Monreale ha aggiornato il "bollettino" con tutte le informazioni sui casi di contagi da Covid-19 nel nostro...

Il tribunale di Cagliari
Il tribunale di Cagliari

L’imputato ha un grave deficit circolatorio che ne limita determinate funzionalità; inoltre nel tempo il racconto della presunta vittima ha subito variazioni notevoli e sostanziali; infine, il reato che la donna sosteneva di aver subito è risultato essere quantomeno dubbio dopo le analisi effettuate alla guardia medica la stessa notte della denuncia. Così, sulla base di queste risultanze investigative, è crollata la ricostruzione di carabinieri e Procura e ieri a Cagliari il giudice per le udienze preliminari Giorgio Altieri ha ritenuto insussistente l’accusa di violenza sessuale cui una giovane ragazza polacca aveva giurato di essere stata sottoposta a fine settembre 2011 nelle campagne di San Gavino. Risultato: Antonio Cabiddu, 65 anni, pensionato di Ussaramanna residente a Baressa e domiciliato a San Gavino, è stato assolto con formula ampia come chiesto dall’avvocato difensore Giampiero Ferrando e contrariamente a quanto sollecitato dal pm (2 anni di reclusione).

L’ACCUSA L’uomo era finito in cella sulla base di quanto affermato dalla giovane extracomunitaria: a suo dire lei e l’imputato si erano conosciuti in un locale notturno dell’Oristanese e da lì, «con l’inganno», erano finiti nell’abitazione dell’uomo in località Su Pardu dove (in cucina) si era consumato lo stupro. Riuscita a fuggire, la ragazza aveva raggiunto la statale 197 e chiesto un passaggio a un automobilista che l’aveva accompagnata sino alla stazione di servizio Esso per chiamare i carabinieri. I militari nella casa di Cabiddu avevano trovato le scarpe, la borsetta e la biancheria intima della ragazza. L’imputato era stato arrestato.

LA DIFESA Col tempo però la difesa ha fatto emergere tante incongruenze: la donna ai primi soccorritori aveva detto che qualcuno la inseguiva per ucciderla (non aveva parlato di stupro, comunque Cabiddu non può correre per le sue patologie); poi aveva sostenuto che voleva violentarla con la minaccia di un’arma (mai trovata); quindi che avevano abusato di lei (ma alla guardia medica non era stato confermato). Inoltre quella notte in auto con Cabiddu e lei c’era una terza persona: il 65enne aveva dato loro un passaggio da un night di Terralba a quello di Bauladu, e proprio in auto erano state trovate scarpe e slip della ragazza. Infine, il marito della donna (proprietario del primo locale) aveva cercato insistentemente la moglie quella notte ma il telefonino era spento. Abbastanza per spingere il difensore a ritenere che lo stupro fosse stato inventato per altri motivi. E il gup ha assolto.

Fonte: Unione Sarda (an. m.)

Altri articoli

Ultime News

INPS e indennità Covid-19, attenzione alle truffe via SMS

L’INPS, mediante una nota urgente, informa i propri utenti che si sono nuovamente verificati sospetti tentativi fraudolenti di richiesta di dati sensibili,...

Presentazione delle domande per la concessione dei “Buoni Spesa” del Comune di San Gavino Monreale

Sono aperti i termini per la presentazione delle istanze finalizzate alla concessione di “buoni spesa” al fine di fronteggiare i bisogni alimentari...

Raccontare San Gavino ai tempi del coronavirus. Ospiti del 7 aprile, Don Massimo Cabua e Alberto Ibba

Oggi con noi Don Massimo Cabua e Alberto Ibba. Tutte le sere dal lunedì al venerdì alle 21:30 andrà in onda "Raccontare...

Coronavirus, bollettino a San Gavino Monreale al 7 aprile 2020

Il Comune di San Gavino Monreale ha aggiornato il "bollettino" con tutte le informazioni sui casi di contagi da Covid-19 nel nostro...

Coronavirus in Sardegna: i casi totali passano da 922 a 935 rispetto a ieri

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...