#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

«Autorizzati a utilizzare le vecchie casermette»

Ex casermette

Ex casermette

«Nelle ex casermette per costruire i carri di carnevale e non certo per danneggiare i locali». È questo quanto sostengono alcuni dei maestri della cartapesta a processo per occupazione abusiva di questi grandi capannoni dove da anni si incontrano giovani e non per dare vita alle opere in cartapesta che anche oggi sfileranno dalle 15,30 per la 29esima edizione del carnevale. «Non ho mai sfondato nessuna porta – rimarca il maestro della cartapesta Alberto Lixi, uno dei sette imputati – io con il mio gruppo eravamo lì per costruire un carro allegorico. Dall’allora sindaco (Stefano Musanti) mi era stato rilasciato un foglio con relativa consegna delle chiavi e non capisco perché si parli di occupazione abusiva. Abbiamo anche pagato 356 euro di affitto per tre mesi al Demanio poi non è più arrivato nessun pagamento. In ogni caso non capisco perché altri gruppi, che già allora occupavano le ex casermette, come «Fibra Ottica», non sono stati denunciati. Adesso abbiamo un contratto di comodato d’uso gratuito con il Comune per 9 anni».

Sulla stessa linea Nicola Garofano, 29 anni, presidente e leader dell’associazione «Revolution Crew» che quest’anno non si presenterà alla sfilata del carnevale: «Siamo stati denunciati, eppure stavamo facendo qualcosa per il paese. C’era stato dato un permesso verbale dall’amministrazione comunale di allora perché le ex casermette dovevano passare al Comune. Noi stavamo appena iniziando a preparare il carro allegorico. Adesso il problema è risolto. Questa amministrazione nel 2009 ci ha concesso i locali in comodato d’uso gratuito per 9 anni».

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda

Lascia un commento