9.5 C
San Gavino Monreale
domenica, 29 Marzo 2020

Incroci (molto) pericolosi

Da leggere

“Grande Raccolta Fondi per l’Ospedale di San Gavino”: 18.396 € dopo 5 giorni

Dopo 5 giorni la Grande Raccolta Fondi per l'Ospedale di San Gavino ha raggiunto la cifra di 18.396 euro grazie alla donazione...

Conte: 4 miliardi per i Comuni Italiani e 400 milioni ai Sindaci per la “spesa solidale”

"Lo Stato c'è". Così il Premier Giuseppe Conte nella conferenza stampa delle ore 19:30 di oggi 28 marzo 2020.

Coronavirus in Sardegna: i casi totali passano da 530 a 624 rispetto a ieri

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Patenti, revisioni e carte di circolazione: tutte le proroghe del Ministero dei Trasporti

Il Ministero dei Trasporti, per ovviare all'impossibilità di rinnovare patenti, revisioni ed altri documenti legati al mondo degli spostamenti individuali e del...

Disagi tra via Mazzini e viale Rinascita e vicino all’ospedale. Incidenti a raffica nelle zone senza la segnaletica.

Incrocio tra via Mazzini e viale Rinascita
Incrocio tra via Mazzini e viale Rinascita

Incroci pericolosi ad alto rischio di incidente. Succede a San Gavino con molti punti critici a causa della scarsa visibilità o della mancanza di segnaletica orizzontale o verticale. Alcuni giorni fa nell’incrocio tra via Mazzini e viale Rinascita, vicino ad un bar di recente apertura, c’è stato l’ennesimo scontro tra auto come sottolinea il fotografo Toto Casu: «Negli ultimi anni ho assistito ad almeno 5-6 incidenti in quel punto. La visuale è ostruita anche da un palo dell’Enel, ci vorrebbe almeno uno specchio per vedere le auto in arrivo». In più ci sono i parcheggi delle auto a pochi metri dall’incrocio che costringono le vetture ad arrivare quasi a metà carreggiata per poter vedere gli altri veicoli in arrivo.

Risulta molto pericoloso anche l’incrocio dopo l’ospedale per chi è diretto a Sardara. Stesso discorso per l’incrocio tra le vie Villacidro e Napoli per la presenza di piante e vetture spesso parcheggiate da una parte e dall’altra. Crea spesso lunghe code l’incrocio tra viale Trieste e via Roma: le auto che devono attraversare quest’ultima via devono superare l’ostacolo delle auto parcheggiate nelle vicinanze.

Altro incrocio critico è quello posto tra via Trento e le vie Marianna Garau e Torino: gli incidenti si sono verificati sia in orari scolastici (vicino ci sono le elementari e la scuola dell’infanzia) che in ore di punta come a fine mattinata. Insomma una parte della segnaletica è da rivedere o da aggiornare.

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda

Altri articoli

Ultime News

“Grande Raccolta Fondi per l’Ospedale di San Gavino”: 18.396 € dopo 5 giorni

Dopo 5 giorni la Grande Raccolta Fondi per l'Ospedale di San Gavino ha raggiunto la cifra di 18.396 euro grazie alla donazione...

Conte: 4 miliardi per i Comuni Italiani e 400 milioni ai Sindaci per la “spesa solidale”

"Lo Stato c'è". Così il Premier Giuseppe Conte nella conferenza stampa delle ore 19:30 di oggi 28 marzo 2020.

Coronavirus in Sardegna: i casi totali passano da 530 a 624 rispetto a ieri

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Patenti, revisioni e carte di circolazione: tutte le proroghe del Ministero dei Trasporti

Il Ministero dei Trasporti, per ovviare all'impossibilità di rinnovare patenti, revisioni ed altri documenti legati al mondo degli spostamenti individuali e del...

“Grande Raccolta Fondi per l’Ospedale di San Gavino”: 16.369 € dopo 4 giorni

Dopo 4 giorni la Grande Raccolta Fondi per l'Ospedale di San Gavino ha raggiunto la cifra di 16.369 euro grazie alla donazione...