16 C
San Gavino Monreale
martedì, Giugno 2 2020

La pena? Si sconta in Municipio

Da leggere

AVIS San Gavino, il Covid-19 non blocca le donazioni di sangue

Nonostante il lockdown dei mesi scorsi l’AVIS di San Gavino registra solo una piccola flessione delle donazioni di sangue nei primi cinque...

Terza vittima per Coronavirus, il comunicato di cordoglio dell’Amministrazione Comunale

La più brutta delle notizie, legata all'emergenza Covid-19, colpisce ancora una volta San Gavino Monreale. Purtroppo dobbiamo darvi la notizia del decesso...

Coronavirus in Sardegna: da 3 giorni zero contagi

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Inciviltà e abuso di alcolici, due facce della stessa medaglia

Da più fonti, nelle ultime ore, abbiamo ricevuto segnalazioni di lattine e bottiglie abbandonate nei parchi di San Gavino Monreale. Talvolta accanto...

Accordo tra Comune e Ministero per chi abusa di alcol e stupefacenti. Alternativa al carcere prevista dalla legge: aiutare nel sociale e nella protezione civile.

La pena? Si sconta in Municipio
La pena? Si sconta in Municipio

Lavorare gratis in Municipio per scontare la pena di guida in stato di ebbrezza o per uso di sostanze stupefacenti. Ora è possibile grazie alla delibera approvata dalla giunta comunale che permette ai sangavinesi di trovare una pena alternativa al carcere. «Abbiamo dato il via libera a una convenzione – spiega l’assessore ai Servizi sociali Giancarlo Cordacon il ministero della Giustizia e in particolare con il Tribunale di Cagliari che consente di lavorare al servizio del paese. I reati sono quelli relativi al codice della strada. Abbiamo già richieste di alcuni sangavinesi e valuteremo caso per caso dove potranno essere inserite queste persone in base alle loro attitudini». Sarà una boccata di ossigeno per chi ha abusato di alcolici magari al termine di una cena tra amici e sia stato fermato dalla polizia stradale pur senza aver causato incidenti stradali.

La convenzione stipulata con il Comune prevede che ogni anno dieci persone possano essere inserite in settori di pubblica utilità. In particolare in quelli dei servizi sociali o anche nell’ambito dello sport. Non solo: ci sarà la possibilità di svolgere questa esperienza di lavoro che permetterà di estinguere la pena anche nel settore culturale del paese, nell’archivio storico del Comune riordinato di recente, nella biblioteca comunale che vanta numeri di lettori da record ed anche nella moderna mediateca comunale o nel teatro che sarà riaperto una volta ottenuto il certificato di prevenzione incendi.

«Inoltre – aggiunge l’assessore ai Servizi sociali Giancarlo Corda – saranno possibili prestazioni di lavoro per la protezione civile, anche mediante soccorso alla popolazione in caso di calamità naturali, compresa la tutela del patrimonio ambientale e la collaborazione ad opere di prevenzione degli incendi, salvaguardia del patrimonio boschivo e forestale, tutela della flora e della fauna e prevenzione del randagismo degli animali».

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda

Altri articoli

Ultime News

AVIS San Gavino, il Covid-19 non blocca le donazioni di sangue

Nonostante il lockdown dei mesi scorsi l’AVIS di San Gavino registra solo una piccola flessione delle donazioni di sangue nei primi cinque...

Terza vittima per Coronavirus, il comunicato di cordoglio dell’Amministrazione Comunale

La più brutta delle notizie, legata all'emergenza Covid-19, colpisce ancora una volta San Gavino Monreale. Purtroppo dobbiamo darvi la notizia del decesso...

Coronavirus in Sardegna: da 3 giorni zero contagi

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Inciviltà e abuso di alcolici, due facce della stessa medaglia

Da più fonti, nelle ultime ore, abbiamo ricevuto segnalazioni di lattine e bottiglie abbandonate nei parchi di San Gavino Monreale. Talvolta accanto...

Solinas: “Il passaporto sanitario non sta fermando gli stranieri”

In una lunga intervista curata da Emanuele Lauria per il quotidiano La Repubblica (del 31 maggio 2020, pagina 11), il presidente della...