16.2 C
San Gavino Monreale
sabato, Maggio 30 2020

Legna tagliata in un terreno: il caso finisce in Tribunale

Da leggere

Trasferimento del Servizi di Diabetologia, interviene il Sindaco di San Gavino Monreale

Il Comune di San Gavino Monreale fa sentire la propria voce, all'indomani della nascita del gruppo spontaneo di cittadini contrari allo spostamento...

Coronavirus, bollettino a San Gavino Monreale del 29 Maggio 2020

Il Comune di San Gavino Monreale ha aggiornato il "bollettino" con tutte le informazioni sui casi di contagi da Covid-19 nel nostro...

Presentazione del bando “Microincentivi per l’innovazione III edizione”

Venerdì 29 maggio 2020, a partire dalle ore 10:00, si terrà il seminario online per la presentazione del bando Microincentivi per l'innovazione III edizione.

Coronavirus in Sardegna: solo 200 positivi in tutta l’isola, 2 persone ancora in terapia intensiva

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Piante di eucalipti
Piante di eucalipti

Processo lungo, intercalato con altre 6 denunce e una causa civile arrivata in Cassazione, quello che ieri ha celebrato nel Tribunale di Sanluri la sesta udienza. Al centro della vicenda una lite fra i proprietari dell’azienda agro-pastorale “Su Mattuzzi” di San Gavino. Imputati Giorgio e Ugo Olivo, zio e nipote, difesi dall’avvocato Alessandro Ballicu, accusati di essersi fatti giustizia da soli, senza ricorrere al giudice. Parte civile Enzo Olivo, difeso dall’avvocato Francesco Onnis.

I fatti contestati risalgono al 2007. Secondo l’accusa gli imputati avrebbero potato delle piante di eucalipti, su esplicita ordinanza del sindaco, in quanto i rami ostacolavano il traffico della strada. «Parte dell’azienda – ha detto la teste Filomena Melis, davanti al giudice Marcello Capita – è composta da terreni ereditati, parte invece sono stati acquistati. Enzo vorrebbe fare da padrone assoluto. Crede che anche la legna sia sua e possa farne l’uso che vuole. Non fa altro che esporre querele. A momenti anche perché piove o per l’acqua che beviamo. Dimentica che Giorgio sta pagando ancora il mutuo per i terreni acquistati».

Diversamente l’accusa. «Quei terreni – ricorda Enzo Olivo – mi sono stati affidati in affitto con un regolare contratto. Un atto che non si vuole rispettare. Pensano di mandarmi via così, senza una ragione. Su quella terra ci sono ben 28 lunghi anni. Sono stato io a coltivarla e a mandare avanti l’attività. Non a parole, ma con i fatti». Enzo Olivo aggiunge che la lettera del sindaco per tagliare gli alberi è arrivata anche a lui. Come dire: tutti quanti avremmo dovuto usufruire della legna. Prossima udienza il 30 maggio.

Fonte: Santina Ravì, Unione Sarda

Altri articoli

Ultime News

Trasferimento del Servizi di Diabetologia, interviene il Sindaco di San Gavino Monreale

Il Comune di San Gavino Monreale fa sentire la propria voce, all'indomani della nascita del gruppo spontaneo di cittadini contrari allo spostamento...

Coronavirus, bollettino a San Gavino Monreale del 29 Maggio 2020

Il Comune di San Gavino Monreale ha aggiornato il "bollettino" con tutte le informazioni sui casi di contagi da Covid-19 nel nostro...

Presentazione del bando “Microincentivi per l’innovazione III edizione”

Venerdì 29 maggio 2020, a partire dalle ore 10:00, si terrà il seminario online per la presentazione del bando Microincentivi per l'innovazione III edizione.

Coronavirus in Sardegna: solo 200 positivi in tutta l’isola, 2 persone ancora in terapia intensiva

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Coronavirus, bollettino a San Gavino Monreale del 28 Maggio 2020

Il Comune di San Gavino Monreale ha aggiornato il "bollettino" con tutte le informazioni sui casi di contagi da Covid-19 nel nostro...