Carnevale Storico Sangavinese 2019
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

«Nel paese furti in aumento per povertà»

Carabinieri

Carabinieri

Dal furto al supermercato alle droghe consumate durante il carnevale, passando per il padre che abusa del figlio. Sono questi alcuni degli aspetti della vita sangavinese raccontati dal maresciallo Sergio Passalacqua, 47 anni, che alcuni giorni fa ha salvato la vita del pensionato Amelio Corona, entrando nell’abitazione avvolta dalle fiamme.

Passalacqua, nato a Messina nel 1966, è a San Gavino da 16 anni: «Il problema più grave è la mancanza di lavoro. Oggi abbiamo il piccolo spaccio ma il fenomeno degli stupefacenti è più contenuto: prima c’era chi veniva a comprare la droga anche da San Teodoro». Il maresciallo chiede alle famiglie un maggiore controllo dei propri figli: «Una volta abbiamo fermato un ragazzo di 13 anni che faceva uso di sostanze stupefacenti e lo abbiamo portato in caserma. Alle 2 del mattino ho telefonato alla mamma perché venisse a prenderlo. La risposta è stata: ma devo venire adesso?». Con la crescente povertà i furti spesso avvengono per necessità: «C’è chi ruba la legna, le galline, la bombola del gas. Ultimamente sono più diffusi i furti nei supermercati».

L’azione dei carabinieri è costante e si cercano sempre soluzioni senza arrivare davanti al giudice, come quando l’assessore Paolo Onnis aveva intenzione di denunciare il consigliere Franco Serrenti, colpevole di avergli danneggiato la macchina: «Il mio compito è quello di mediare. Molte situazioni possono essere risolte mettendo in contatto le parti. Vorrei che la gente venisse più spesso a trovarci anche solo per fare una chiacchierata. La caserma non esiste solo per le denunce». Niente pedofilia, anche se alcuni anni fa un genitore ha commesso ripetute violenze sul figlio ed è stato condannato. Con gli anziani il rapporto è ottimo: «Abbiamo un servizio porta a porta».

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda

Lascia un commento