23.9 C
San Gavino Monreale
lunedì, Giugno 1 2020

L’anfiteatro non è agibile

Da leggere

Terza vittima per Coronavirus, il comunicato di cordoglio dell’Amministrazione Comunale

La più brutta delle notizie, legata all'emergenza Covid-19, colpisce ancora una volta San Gavino Monreale. Purtroppo dobbiamo darvi la notizia del decesso...

Coronavirus in Sardegna: da 3 giorni zero contagi

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Inciviltà e abuso di alcolici, due facce della stessa medaglia

Da più fonti, nelle ultime ore, abbiamo ricevuto segnalazioni di lattine e bottiglie abbandonate nei parchi di San Gavino Monreale. Talvolta accanto...

Solinas: “Il passaporto sanitario non sta fermando gli stranieri”

In una lunga intervista curata da Emanuele Lauria per il quotidiano La Repubblica (del 31 maggio 2020, pagina 11), il presidente della...

L’ex assessore Mostallino vuole l’istituzione di una commissione. La polemica coinvolge anche la prefettura e la giunta del sindaco Cruccu.

La vicenda del teatro e dell’anfiteatro, chiusi da mesi per la mancanza della certificazione di prevenzione incendi (Cpi), finisce sul tavolo del prefetto di Cagliari.

L’anfiteatro di San Gavino Monreale
L’anfiteatro di San Gavino Monreale

A presentare l’esposto è stato l’ex assessore Giovanni Mostallino che, insieme ai consiglieri Chiaro Brau e Franco Serrenti, aveva inviato al sindaco Cruccu la richiesta di una costituzione di una commissione consiliare per fare luce sull’apertura delle due strutture. «La loro costruzione – spiega Mostallino – è costata una cifra considerevole e non si è ancora ottenuto il certificato di prevenzione incendi e l’agibilità. Ho chiesto al Consiglio di nominare una commissione che faccia luce sui costi sostenuti e sulle modalità per l’ottenimento delle certificazioni di legge e che studi le forme di gestione più adeguate. Dopo più di un mese il Consiglio non è stato convocato, così ho mandato un esposto al prefetto di Cagliari».

Poi arriva la richiesta di chiarimenti inviata al sindaco dall’assessorato regionale degli enti locali. La risposta del primo cittadino al prefetto e all’assessorato non si fa attendere: «La richiesta del consigliere Mostallino – scrive Gianni Cruccu – è inopportuna». E la risposta del primo cittadino inviata per conoscenza all’ex assessore contiene degli “omissis”: non spiega le motivazioni che sarebbero state spedite al prefetto. Di qui la mozione presentata da Mostallino e Garau per la costituzione della commissione.

Ma l’assessore ai Lavori pubblici Bruno Deidda taglia corto: «I lavori per ottenere il “cpi” sono stati consegnati ad una ditta. Quando Mostallino era assessore il problema non è stato risolto».

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda

Altri articoli

Ultime News

Terza vittima per Coronavirus, il comunicato di cordoglio dell’Amministrazione Comunale

La più brutta delle notizie, legata all'emergenza Covid-19, colpisce ancora una volta San Gavino Monreale. Purtroppo dobbiamo darvi la notizia del decesso...

Coronavirus in Sardegna: da 3 giorni zero contagi

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Inciviltà e abuso di alcolici, due facce della stessa medaglia

Da più fonti, nelle ultime ore, abbiamo ricevuto segnalazioni di lattine e bottiglie abbandonate nei parchi di San Gavino Monreale. Talvolta accanto...

Solinas: “Il passaporto sanitario non sta fermando gli stranieri”

In una lunga intervista curata da Emanuele Lauria per il quotidiano La Repubblica (del 31 maggio 2020, pagina 11), il presidente della...

Coronavirus, bollettino a San Gavino Monreale del 30 Maggio 2020

Il Comune di San Gavino Monreale ha aggiornato il "bollettino" con tutte le informazioni sui casi di contagi da Covid-19 nel nostro...