#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

La strage degli innocenti

La strage degli innocenti

La strage degli innocenti

Le nostre strade sono macchiate di sangue, e non in senso metaforico. Solo percorrendo la SS 197 si perde il conto degli animali investiti che incorniciano la carreggiata, per non parlare invece di quelli che la occupano proprio al centro. Cani grandi e piccoli, gatti, conigli, ricci e la lista potrebbe continuare all’infinito, sono ogni giorno vittime dell’uomo e delle loro macchine infernali, che sfrecciano a velocità esagerate senza preoccuparsi di chi o di cosa attraversi il loro cammino, tanto potrebbe essere un animale o un pezzo di carta che è lo stesso.

Mi chiedo se veramente questi assassini abbiano un’anima, se quando investono un essere vivente gli venga una stretta al cuore. Non punto il dito contro chi investe una creatura, è una fatalità che purtroppo nessuno comanda, mi indigno invece per quelli che colpendo un animale continuino la loro corsa senza badare al danno che hanno provocato, senza fermarsi a soccorrere l’animale ferito o rimuoverlo dalla strada. Come se si trattasse di spazzatura, e non di un essere vivente degno di rispetto. Lo stesso discorso vale in paese dove, con grande tristezza, scopro che è la stessa identica cosa.

La gente se ne frega e se investe un gatto, perché sta andando troppo di fretta, lo lascia agonizzante, tanto nessuno lo punirà penalmente per questo. Se per fortuna qualcuno riesce a segnalare l’accaduto ai vigili urbani o alla polizia, l’autista sarà punito solo con una multa, neanche così salata. E c’è chi invece pensa ai danni arrecati alla propria auto, come se fosse stato l’animale a decidere di morire colpito da un cofano o sotto le gomme.

È inutile cercare scuse, se uno ha rispetto per gli altri è pronto a fermarsi e chiamare un’ambulanza per animali o addirittura caricare la vittima in auto e prestargli soccorso, o smaltirne correttamente la carcassa. Purtroppo gli animali per tanti non sono neanche comparabili all’uomo, non hanno lo stesso valore di una persona investita per strada. Possibile che il senso civico per il soccorso e il rispetto per gli animali sia ancora così lontano dalla mente umana?

Fonte: Polly Sanna, Comprendo

Lascia un commento