36° Carnevale Storico Sangavinese
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

[L’avvocato risponde] Eredità sparita e parenti che non rispondono. Cosa fare?

Prosegue la nostra rubrica L’avvocato risponde sulle nostre pagine. Vi ricordiamo che potete scrivere alla nostra redazione mandando una e-mail all’indirizzo redazione@sangavinomonreale.net per porre le vostre domande al nostro avvocato.

Ecco l’ultima domanda rivolta al nostro avvocato.


Avvocato,
anni fa sono morti a distanza di alcuni mesi i miei nonni. Tutti e due pensionati.
Dopo il funerale ho cercato di parlare con mia zia sorella di mia madre che è morta anni fa, per la divisione dei soldi che erano in un libretto e in buonii all’ufficio postale. Mi ha detto che non c’era niente. So per certezza, tramite un amico, che mia zia li ha ritirati tutti prima della morte di mio nonno e ora sono spariti. Noi non ci parliamo ormai da anni, fin da ragazzi, perché mio nonno stimava più i figli di mia zia che me (a loro bici, motorini, a me niente).
Le chiedo se tramite un legale posso far ricorso giudiziario per una indagine finanziaria presso l’uffico postale, per sapere la verità, e come sono stati spesi, oltre che per i funerali, e per conoscere la parte che toccherebbe a me.
Cosa mi consiglia di fare? Ci sono i termini di legge per procedere? Perché nonostante telefonate o cercare di incontri è passato del tempo, si tratta ormai dell’anno 2005.

La ringrazio e la stimo, saluti,
Andrea

 

L'Avvocato risponde

L’Avvocato risponde

Egregio Andrea,
il caso da Lei prospettato presenta diversi profili da approfondire, e cercherò, coi limiti dati dalla presente sede di affrontare quantomeno le linee essenziali.

E’ chiaro che, se i suoi sospetti e ciò che il Suo amico le ha detto per certo, dovessero rivelarsi come corrispondenti a verità, potrebbero astrattamente configurarsi illeciti sia di carattere civile che di carattere penale.

Chiedendo informazioni direttamente allo sportello bancario e postale non Le direbbero nulla: darebbero le informazioni solo se richieste dal Magistrato, ma ciò imporrebbe un’iniziativa giudiziaria da parte Sua; sotto questo profilo Le segnalo di muoversi quanto prima in quanto le Banche nonché gli Uffici Postali dopo anni non conservano più i documenti che renderebbero tracciabili i movimenti che Lei interessano, con la conseguenza che si ritroverebbe a non potere avere nulla di concreto in mano che provi quanto da Lei sostenuto.

Quanto alla misura di eredità a Lei spettante (laddove vi fosse un saldo attivo dell’eredità) Lei avrebbe diritto alla Sua quota di legittima, detratte le spese sostenute per i funerali e altre spese.

Inoltre per dare una risposta ancora più completa bisognerebbe conoscere esattamente la composizione e il numero degli eredi e la composizione dell’eredità (possibili depositi bancari e postali, beni immobili, etc) in quanto vi possono essere delle questioni da prendere in considerazione. Intanto potrebbe mandare una richiesta di chiarimenti ai suoi parenti che amministravano i beni in questione, chiedendo un resoconto in merito: se ciò non dovessero sortire alcun effetto Le consiglio di contattare un Legale.

Fabio Marrocu

Lascia un commento