9.5 C
San Gavino Monreale
domenica, 29 Marzo 2020

Processo al cardiologo accusato di aver aggredito un’infermiera: «Vogliono penalizzarmi»

Da leggere

“Grande Raccolta Fondi per l’Ospedale di San Gavino”: 18.396 € dopo 5 giorni

Dopo 5 giorni la Grande Raccolta Fondi per l'Ospedale di San Gavino ha raggiunto la cifra di 18.396 euro grazie alla donazione...

Conte: 4 miliardi per i Comuni Italiani e 400 milioni ai Sindaci per la “spesa solidale”

"Lo Stato c'è". Così il Premier Giuseppe Conte nella conferenza stampa delle ore 19:30 di oggi 28 marzo 2020.

Coronavirus in Sardegna: i casi totali passano da 530 a 624 rispetto a ieri

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Patenti, revisioni e carte di circolazione: tutte le proroghe del Ministero dei Trasporti

Il Ministero dei Trasporti, per ovviare all'impossibilità di rinnovare patenti, revisioni ed altri documenti legati al mondo degli spostamenti individuali e del...

Il medico si difende e accusa la dirigenza dell’Asl di volerlo mettere da parte. In Aula sfilata di testimoni e il giudice corre per evitare che subentri la prescrizione. Reati a rischio prescrizione, nuova udienza il 26.

Cartella clinica
Cartella clinica

«Mi vogliono mettere da parte». Pietro Canargiu, cardiologo di 61 anni, si sfoga a margine del processo e sostiene che dietro l’accusa di violenza e aggressione a un’infermiera (Gerolama Re, 62 anni, parte civile con l’avvocato Amedeo Meloni) ci sarebbe la volontà di non utilizzare la sua professionalità. Secondo l’accusa, però, il medico avrebbe tentato di strappare con forza alla donna, strattonandola per il braccio, l’agenda degli appuntamenti fissati per le visite cardiologiche. Lei prima avrebbe opposto resistenza nel rispetto delle disposizioni dei dirigenti dell’Azienda sanitaria, poi lo avrebbe denunciato.

PRENOTAZIONI Il fatto, accaduto nel 2005, una volta dentro l’aula di giustizia si mischia con altri episodi che hanno a che fare con le visite prenotate nel reparto di cardiologia, con medici e infermieri, sino a far sfilare davanti al giudice una ventina di pazienti. Storie diverse sulle modalità e sui tempi di attesa per un controllo, ma con un denominatore comune: disturbi al cuore.

AGENDA Teatro della vicenda è il Poliambulatorio di San Gavino, in via Nurazzeddu. Proprio qui, intorno a mezzogiorno del 6 dicembre del 2005, arriva un paziente di Gonnosfanadiga, Mariano Cabiddu. È stato lui in aula a ricordare che la mattina del presunto fattaccio era stato nel reparto di diabetologia e la dottoressa Anna Bruna Urraci gli aveva prescritto una visita cardiologica. All’accettazione non c’è disponibilità per il giorno e viene rinviato ad altra data. Canargiu si sarebbe fatto avanti e lo avrebbe visitato subito. Poi avrebbe chiesto all’infermiera di visionare l’agenda. L’obiettivo era verificare perché mandavano via i pazienti se lui era lì disoccupato. Il diniego della donna lo avrebbe spinto a strappargliela con la forza. Da qui l’accusa di violenza e aggressione.

TESTIMONI «Una mattina – ha detto Luigi Pala di Guspini -, mentre ero in sala di attesa, ho sentito dottor Canargiu che rimproverava un’infermiera per le prenotazioni». Giuseppe Piras di Pabillonis ha ricordato che fra il 2007 e il 2008 aveva telefonato alla Asl per prenotare una visita per la moglie, «mi è stata fissata dopo due mesi. La sera stessa è stato Canargiu a offrirsi personalmente». Anche Anna Serra di San Gavino ha fatto presente i disguidi per una vista.

PRESCRIZIONE Tra lunghe testimonianze e procedure burocratiche si avvicina il rischio della prescrizione del reato. Ed è proprio per evitarlo, che ieri mattina, nell’aula del Tribunale di Sanluri il giudice Andrea Deidda ha rinviato l’udienza al 26 aprile. Saranno ascoltati gli ultimi testi. Il verdetto il 10 maggio, dopo l’arringa della difesa, gli avvocati Ferruccio Melis e Maurizio Scarparo, che, fra l’altro, per accorciare i tempi si sono impegnati a non far deporre l’imputato.

Fonte: Santina Ravì, Unione Sarda

Altri articoli

Ultime News

“Grande Raccolta Fondi per l’Ospedale di San Gavino”: 18.396 € dopo 5 giorni

Dopo 5 giorni la Grande Raccolta Fondi per l'Ospedale di San Gavino ha raggiunto la cifra di 18.396 euro grazie alla donazione...

Conte: 4 miliardi per i Comuni Italiani e 400 milioni ai Sindaci per la “spesa solidale”

"Lo Stato c'è". Così il Premier Giuseppe Conte nella conferenza stampa delle ore 19:30 di oggi 28 marzo 2020.

Coronavirus in Sardegna: i casi totali passano da 530 a 624 rispetto a ieri

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Patenti, revisioni e carte di circolazione: tutte le proroghe del Ministero dei Trasporti

Il Ministero dei Trasporti, per ovviare all'impossibilità di rinnovare patenti, revisioni ed altri documenti legati al mondo degli spostamenti individuali e del...

“Grande Raccolta Fondi per l’Ospedale di San Gavino”: 16.369 € dopo 4 giorni

Dopo 4 giorni la Grande Raccolta Fondi per l'Ospedale di San Gavino ha raggiunto la cifra di 16.369 euro grazie alla donazione...