Carnevale Storico Sangavinese 2019
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

La fonderia svela il passato agli studenti

Inaugurazione del Museo e Centro di Documentazione Due Fonderie

Inaugurazione del Museo e Centro di Documentazione Due Fonderie

I cancelli della fonderia di San Gavino il 20 aprile si apriranno agli studenti delle scuole del paese e a tutti i sangavinesi. Sarà un’importante occasione per visitare quello stabilimento aperto nel 1932 in cui hanno lavorato i propri nonni, genitori o parenti. La vita del paese si intreccia con questo gigante industriale che ha visto il ritorno dei lavoratori dopo tre anni di cassa integrazione. Lo stesso giorno sarà inaugurato il «Museo e centro di documentazione delle due fonderie» che si trova negli ex magazzini ferroviari dove un tempo arrivava il trenino da Montevecchio carico di minerali.

Una grande festa per un evento organizzato dall’amministrazione comunale e dalla Portovesme Srl, la società proprietaria dello stabilimento che fa campo alla multinazionale svizzera Glencore. Intorno alla manifestazione ci sarà un grande interesse come evidenzia l’assessore alla cultura Cinzia Uda: «La nostra memoria storica è legata alla fonderia che ha compiuto 80 anni di vita: ci siamo trasformati da paese agricolo ad industriale. La fonderia sarà aperta dalle 9 alle 12 per le scolaresche e dalle 15 alle 18 per tutta la popolazione. Ringraziamo l’amministratore delegato Carlo Lolliri». Danilo Longu è il responsabile dell’impianto di San Gavino: «Il personale della fonderia sarà disponibile per far visitare varie parti come la zona degli spogliatoi, la mensa, il laboratorio e la nostra esposizione di reperti».

Nell’esposizione delle Due Fonderie è già possibile trovare foto d’epoca, oggetti, documenti e sarà possibile ascoltare le testimonianze audiovisive di chi ha lavorato in fonderia: «Questa raccolta documentaria – continua Cinzia Uda – rimarrà sempre aperta a nuove acquisizioni in modo da poter proporre percorsi sempre nuovi». Ad accogliere i visitatori sabato 20 ci saranno i tirocinanti del Comune del servizio cultura e le antropologhe Maura Murru e Claudia Fenu, responsabili della Campagna di acquisizione documentaria e dell’allestimento museale.

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda

Lascia un commento