Trattorando
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Corsa di primavera, in gara 400 atleti

Alla grande festa dello sport del 25 aprile parteciperà anche Claudia Pinna

Locandina della XXX corsa di primavera

Locandina della XXX corsa di primavera

Sarà una grande festa dello sport con almeno 400 partecipanti provenienti da San Gavino, ma anche da tanti altri paesi della Sardegna. Si tratta della Corsa di primavera – contrada di San Gavino organizzata dall’atletica podistica del paese e giunta alla trentesima edizione. La manifestazione quest’anno si svolgerà il 25 aprile con ritrovo nell’ex area Melas (piazza della Resistenza) alle 8 e partenza alle 9.30. I professionisti si daranno battaglia nei 10 chilometri, mentre la 3 km non competitiva è aperta a tutti; i bambini da zero a 10 anni potranno partecipare a quella di 500 metri.

Elvio Carola, presidente dell’atletica podistica a 72 anni, ogni giorno con un nutrito gruppo di appassionati, percorre dai 10 ai 20 chilometri per le strade e campagne di San Gavino: «La corsa di primavera – spiega – è nata 30 anno fa per iniziativa di un gruppo di amici, la partenza è da viale Rinascita, poi si va verso la fonderia, il convento di Santa Lucia e il centro storico. I partecipanti alle ultime edizioni sono stati oltre 400. Come società sportiva abbiamo più di 100 iscritti, che vanno dai 6 ai 72 anni».

Ci sarà grande attesa per la campionessa sangavinese Claudia Pinna, 35 anni, che detiene il record sardo dei 3000 metri, 5 mila, mezza maratona e maratona e che in quest’ultima competizione è arrivata prima tra le italiane a Milano: «Non posso mancare – racconta l’atleta di casa – la corsa di primavera ha per me un grande valore affettivo. Faccio parte del Cus Cagliari, ma mi alleno sempre a San Gavino dove c’è il mio cuore. Da quasi vent’anni mi allena il sangavinese Antonello Podda. La gara in casa non ha paragoni con altre».

In prima linea ci sarà anche la Pro Loco come ricorda il presidente Antonio Garau: «La corsa di primavera è nata dalla volontà di un gruppo del dopolavoro ferroviario insieme a quello dell’atletica podistica. A San Gavino c’è una grande tradizione podistica che coinvolge tutte le generazioni: si va dai più grandi, ai giovani fino ad arrivare ai bambini di 5-6 anni. La primavera sta portando sole, colori e sport come la manifestazione del duathlon di domenica scorsa che ha visto una grande partecipazione di pubblico e di atleti».

La corsa di primavera ogni anno risveglia la voglia di uscite e di fare sport in compagnia di atleti e amatori. Alla manifestazione sono ammesse a partecipare tutte le società sportive con un numero illimitato di atleti e tutti coloro che sentono il piacere di trascorrere un paio d’ore in libertà e allegria. Tra i partecipanti ci sarà anche l’assessore allo sport Mauro Manfredi, 33 anni: «Questa manifestazione diventa ogni anno sempre più importante e come amministrazione comunale siamo vicinissimi a questo evento che ha una sua storia. Personalmente non sono al massimo della forma, ma penso di partecipare alla corsa non competitiva di 3 chilometri».

Così a San Gavino, oltre al calcio, è molto forte la passione per l’atletica che da qualche anno può contare sulla nuova pista. Gli appassionati sono sempre più numerosi e agli amanti di questo sport si affiancano i triatleti della società Fuel triathlon, presieduta da Mario Farci, che praticano anche il nuoto e il ciclismo.

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda

Condividi la pagina

Lascia un commento