#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

«Il caseificio deve riassumerci»

Caseificio

Caseificio

«Richiamateci al lavoro». È questa la voce unanime dei lavoratori in mobilità del caseificio di San Gavino “Nuove Fattorie Girau” gestito da oltre un anno dalla società “Tre A” di Arborea.

I lavoratori vogliono ritrovare la propria dignità al lavoro in un’azienda che garantisce 19 posti fissi più 20 stagionali. Lo rimarca con forza il sangavinese Egidio Camedda, 36 anni: «Ho lavorato in caseificio per 12 anni, dal 1997 al 2009 come operaio generico. Ora sono in mobilità da quasi quattro anni e da gennaio sono senza stipendio. Chiedo di essere reintegrato al mio posto in caseificio: ho voglia di lavorare. Se la situazione non cambierà sono pronto ad emigrare. Ho chiesto aiuto anche ai sindacati».

E in prima linea c’è Gabriele Virdis, segretario provinciale della Flai Cgil: «Il caseificio è una fabbrica seria come la Fiat da altre parti. Speriamo che l’azienda trasformi i contratti da stagionali a tempo indeterminato e, se ci sarà bisogno di altri lavoratori, che si tenga conto di quelli in mobilità (alcuni non possono ancora andare in pensione) e di quelli che hanno già lavorato in caseificio». 

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda

Lascia un commento