#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Bimba punta da una zecca

I genitori: rischi nella zona dell’ex stazione

Bimba punta da una zecca

Bimba punta da una zecca

«Mia figlia di quattro anni è stata punta da una zecca e sono corsa subito al pronto soccorso dell’ospedale». Lo racconta la mamma Elisabetta Stojanovic, 32 anni, che con il marito Dusan e gli altri figli abita non lontano dalla vecchia stazione: «È ormai diventata un covo di zecche e di ratti. La loro presenza è favorita dalla presenza dell’erba altissima che circonda anche la nostra casa. Abbiamo curato e rimesso in ordine anche il nostro cortile ma intorno ci sono solo rifiuti ed erba alta. Per fortuna ho tolto subito la zecca a mia figlia e al pronto soccorso mi è stata data la cura. Sono originaria della ex Jugoslavia, ma sono nata e cresciuta a San Gavino. Quando facciamo una segnalazione spesso non veniamo ascoltati. Spero che il Comune intervenga per mettere in sicurezza l’area».

Sulla stessa linea il marito Dusan Stojanovic: «Proprio intorno alla nostra casa l’erba non è stata tagliata, cosa che è stata fatta non molto lontano da noi. Ora faccio qualche lavoretto per andare avanti, ma nei nostri confronti spesso c’è molto razzismo e vengo trattato come il peggiore dei delinquenti. Ora sono senza patente perché sono stato trovato con un eccessivo tasso alcolemico, ma chiedo di poter guidare almeno per poter accompagnare i miei figli a scuola e mia moglie al lavoro. In passato ho lavorato in campagna, ma anche in falegnameria: il problema è che spesso non sono stato pagato o la retribuzione è stata inferiore a quanto concordato».

Intanto rimane sotto gli occhi di tutti il degrado della vecchia stazione ferroviaria. Il Comune ha chiesto da tempo l’acquisizione dell’area per creare un grande parco verde con campi da calcetto, basket e volley con percorsi delle bici. Ma ad oggi resta ancora tutto fermo e da qualche giorno è comparso uno striscione di protestaLavori non in corso…museo dell’abbandono . Insomma con lo spostamento della stazione questa zona è diventata terra di nessuno.

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda

Lascia un commento