#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Record di visite ai monumenti della cultura

San Gavino Martire

San Gavino Martire

Chiese, musei, mostre, concerti e laboratori. Un intero paese con le sue associazioni e gli studenti delle diverse scuole ha partecipato in massa alla seconda edizione di Monumenti aperti. Per le strade si incontrano carovane di studenti che scoprono gli angoli più suggestivi del paese. In via Roma l’edificio Civis ospita la collezione Nuccio Delunas (un grande giocatore dell’Italpiombo), su un’esposizione permanente sul calcio.

A fare da guida c’è il figlio Corrado che ha donato oltre 300 cimeli: «San Gavino – spiega – potrebbe diventare il paese dei musei». A fare da guida c’è il presidente della Sangavinese Giovanni Zucca: «Questo museo – spiega – ha per me un grande valore affettivo». All’ingresso ci sono Luca Usai, Alessio Cotza, Mariano Lasi e Lucca Vacca, volontari dell’associazione Stazione culturale del Medio Campidano: «Siamo presenti anche al Museo delle due fonderie, alla casa Corda e al museo Dona Maxima».

A illustrare le caratteristiche delle chiese di Santa Croce e di Santa Chiara ci pensano gli studenti del liceo scientifico guidati dai professori Carla Farris e Calogero Militello: «I ragazzi – spiega quest’ultimo – sono felicissimi, mettono in pratica quanto appreso». In piazza Marconi sono pronte ad accompagnare i visitatori in chiesa Laura Nonnis, Eleonora Muscas, Elena Marongiu, Marika Cogoni, Roberta Podda e Nicoletta Sanna.

Vicino al Comune è visitabile l’archivio storico. A fare da guida c’è Carla Usai della cooperativa Memoria storica e i giovani del servizio civile Alberto Serra, Alessandro Cabriolu e Ivana Lilliu che hanno curato la mostra La scuola nel tempo.

È record di visitatori per la chiesa di San Gavino Martire. A fare da ciceroni gli studenti del liceo linguistico e pedagogico Lussu guidati dalle professoresse Anna Rosa Corda e Aurelia Cocco. E ieri è terminata la festa dedicata al martire guerriero organizzato dal comitato presieduto da Fabio Nurra.

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda

Lascia un commento