Banner
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Risultati della manifestazione “Monumenti Aperti”

Monumenti Aperti

Monumenti Aperti

Risultati Monumenti Aperti
San Gavino Monreale 4 e 5 maggio 2013

Si è concluso con una grande affluenza di visitatori, la seconda edizione, a San Gavino Monreale, della manifestazione “Monumenti Aperti” 2013.

I siti interessati sono stati nove:

a) Casa Corda con n. 945 visitatori
b) Chiesa di San Gavino Martire con n. 921 visitatori;
c) Convento di Santa Lucia con n. 508 visitatori;
d) Casa Museo Dona Maxima con n. 386 visitatori
e) Museo e Centro di documentazione Due Fonderie con n. 270 visitatori;
f) Chiesa di Santa Croce con n. 265 visitatori;
g) Collezione Nuccio Delunas con n. 205 visitatori;
h) Archivio storico con n. 132 visitatori;
i) Chiesa di Santa Chiara  con n. 123 visitatori.

Tra le novità di quest’anno, la casa privata “Corda”, edificio in terra cruda, ha attirato tanti turisti ma anche numerosi sangavinesi, incuriositi dalla bellezza e dalla storia di questa abitazione. Le sale interne sono state arricchite con l’esposizione “Spazio Storia. Prima e dopo i bombardamenti del 1943″, a cura di Manuela Ennas e Massimiliano Meloni, che ha messo in luce, tra le tante informazioni, il mondo degli sfollati che hanno popolato la cittadina di San Gavino durante la seconda Guerra Mondiale.

Anche la Collezione “Nuccio Delunas” ha interessato tanti appassionati e quanti hanno conosciuto la gloria calcistica locale e regionale. Grande interesse è stato rilevato anche per il Museo Due Fonderie, soprattutto per tutti coloro che non avevano potuto partecipare all’inaugurazione, avvenuta lo scorso 20 aprile. L’Archivio Storico è stato arricchito da una importante mostra documentaria “La scuola nel tempo. Un viaggio nel passato scolastico di San Gavino Monreale”, curata da “La Memoria Storica” in collaborazione con i volontari del Servizio Civile Nazionale – Progetto “Itinerari culturali 2011”. Tante le curiosità sul passato educativo, sugli edifici scolastici e sugli insegnanti.

La Casa Museo Dona Maxima, mostra permanente sulla storia locale contadina, ha ospitato l’esposizione  fotografica “Riannodare i fili della memoria”, con la trasmissione del cortometraggio “Su tempus torrau” dell’Associazione Qedora. Tra i siti religiosi, i visitatori si sono concentrati sulla Chiesa di San Gavino Martire, che ha riportato il doppio delle presenze rispetto allo scorso anno; il Convento di Santa Lucia, dove sabato mattina, si è svolto il concerto delle classi ad indirizzo musicale dell’Istituto Comprensivo; la Chiesa di Santa Croce, dove sabato si è svolto il concerto di chitarra del maestro Marco Meloni e la Chiesa di Santa Chiara, che è stata interessata dalle commemorazioni per San Gavino Martire.

La manifestazione, infatti quest’anno, si è svolta in concomitanza con la festa di San Gavino Martire, evento di grande rilevanza storica e religiosa, che ha rappresentato un valore aggiunto per i tanti turisti intervenuti.

Non pochi gli eventi collaterali che hanno dato lustro alla manifestazione: sia quelli di natura culturale, come le mostre e le esposizioni, che musicali, come i diversi concerti, di cui si evidenzia anche quelli itineranti della banda musicale di San Gavino Monreale, che ha allietato i visitatori spostandosi di sito in sito. Non potevano mancare le iniziative gastronomiche: oltre alla disponibilità dei ristoratori locali che, per l’occasione, hanno previsto dei menù speciali, l’Associazione Anziani Sempre Giovani ha allestito un punto ristoro nella sua sede, così come il Comitato della Festa di San Gavino Martire che sabato sera ha organizzato la sagra della pecora.

I meriti dei risultati raggiunti vanno agli studenti del Liceo Scientifico “Guglielmo Marconi” che hanno adottato le due Chiese di Santa Chiara e Santa Croce; del Liceo Linguistico e delle Scienze Umane “Emilio Lussu” che si sono occupati della Chiesa di San Gavino Martire; dell’Istituto Comprensivo Statale “San Domenico Savio” che hanno organizzato le visite guidate al Convento di Santa Lucia, per il grande impegno ed entusiasmo. Sono stati determinanti la partecipazione e il sostegno delle Associazioni: Anziani Sempre Giovani, Anziani Solidali, Sa Moba Sarda, Qedora, Euro 2001 Senza Confini, Stazione Culturale del Medio Campidano, Banda Musicale Città di San Gavino Monreale, Comitato San Gavino Martire, Confraternita di Santa Croce, La Memoria Storica Soc. Coop., Unione Sportiva Dilettantistica Sangavinese, Compagnia Barracellare e Volontari Servizio Civile Nazionale – Progetto “Volontari per il Progresso Sociale”, che hanno accolto i visitatori ed organizzato iniziative ed eventi.

Il successo della seconda edizione della manifestazione “Monumenti Aperti” evidenzia il crescente coinvolgimento e partecipazione dei volontari (studenti e cittadini) e delle Associazioni sia nella progettazione che nella realizzazione dell’evento. Questo risultato non può che incoraggiare l’Amministrazione a lavorare, già da subito, all’edizione 2014.

Cinzia Uda – Assessore alla Pubblica Istruzione e Cultura   

Condividi la pagina

Lascia un commento