Trattorando
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Cimitero, nelle aiuole arti amputati

Clamorosa scoperta in cimitero. L’assessore: subito i lavori. Accanto alla tomba una busta con una gamba.

Cimitero, nelle aiuole arti amputati

Cimitero, nelle aiuole arti amputati

Ossa che riaffiorano tra le sepolture o arti umani in superficie, non interrati ad almeno un metro di profondità come prevedono le norme. Sembrerebbe incredibile, ma succede nel cimitero di San Gavino ed è stato protagonista di una vicenda inaspettata uno dei nipoti di Raimondo Congia, scomparso il mese scorso dopo una vita trascorsa al lavoro in via Roma nello storico bar che da lui prende il nome.

LA VICENDA Il tutto è successo qualche giorno fa: «Stavo utilizzando il rastrello – spiega il nipote – per sistemare la terra della sepoltura di mio zio quando ho avvertito la presenza di una busta scura di nylon. Pensavo che all’interno ci fossero fiori. In realtà ho capito che dentro il contenitore c’erano ossa». La vicenda è stata poi segnalata al personale del cimitero con la busta contenente le ossa che accidentalmente è finita sulla sepoltura di Raimondo Congia. Fatta una verifica del caso, si è visto che la busta ne racchiudeva un’altra celestina: all’interno di quest’ultima si trovava una gamba, il cui colore è ancora rossastro forse per la presenza di sangue residuo. L’arto molto probabilmente è stato amputato in un intervento chirurgico eseguito all’ospedale Nostra Signora Bonaria di San Gavino.

ARTI AMPUTATI Infatti braccia e gambe amputati finiscono nel cimitero locale in un terreno adibito a questo scopo che raccoglie anche i feti di pochi mesi. Per legge si dovrebbero trovare ad un metro sottoterra, ma pare che l’area in questione sia talmente intasata di ossa umane che ora sarebbe necessario chiamare una ruspa per rimuovere la terra, raccogliere le ossa in grandi contenitori per poi igienizzare quell’area cimiteriale con la calce. Inoltre, ad un attento sguardo, tra l’erba selvatica, è possibile scorgere, ad occhio nudo, anche altre ossa umane conficcata nel terreno.

IPOTESI Ma come può essere finita la gamba in quella sepoltura? Sembrerebbe che di recente una ruspa abbia spostato la terra e, nonostante tutte le attenzioni dovute al caso, accidentalmente la busta con la gamba sia finita in un terreno dove vengono sistemate le bare ad una profondità di alcuni metri. Ma ora l’area destinata alle ossa amputate è talmente intasata e sovraccarica che è urgente intervenire al più presto per evitare il ripetersi di questa triste vicenda.

IL COMUNE Sulla questione cimitero e su questo caso inquietante (ci sarebbero anche altre vicende simili, ma non c’è nessuna conferma ufficiale) assicura un immediato intervento l’amministrazione comunale: «Ci siamo messi da tempo il problema – spiega l’assessore ai Lavori pubblici Bruno Deidda – ci saranno una serie di interventi per mettere a norma il cimitero. L’ufficio tecnico sta elaborando un piano anche per la creazione di nuovi loculi e per sistemare il cimitero. Questa sarà una priorità in questi ultimi mesi della nostra amministrazione. Restano da stabilire le somme per questi lavori che saranno inserite nel bilancio da presentare in consiglio comunale».

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda

Condividi la pagina

Lascia un commento