Trattorando 2019
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Toto-sindaco: indiscrezioni sui candidati alle prossime comunali?

Il centrosinistra non ha scelto, nel centrodestra l’ipotesi Paolo Terzo Sanna

Toto-sindaco

Toto-sindaco

Volti nuovi per le prossime elezioni comunali. Lo chiedono con forza molti cittadini sangavinesi, e gli stessi partiti e movimenti che vogliono superare le logiche tradizionali. Le ipotesi sono tante, ma si cominciano a vedere i primi scenari. Giovanni Congia, 51 anni, sarà il candidato a sindaco del Movimento Cinque Stelle: «Non ho mai avuto tessere politichevogliamo fare qualcosa per il paese che sta morendo. Vogliamo persone motivate e che abbiano voglia di lavorare. Con noi ci sono già molte persone stimate come Nicola Orrù, Nicola Ennas, Dino Cardia, Giuseppe Ariu, Mirko Guerrini».

Nel centrosinistra i giochi per le candidature sono ancora aperti, come conferma Mirko Vacca , segretario della sezione sangavinese del Pd: «È ancora prematuro fare nomi. Ci saranno le primarie se parteciperanno diversi candidati. Non possiamo ripetere l’errore di cinque anni fa e dobbiamo presentarci uniti come coalizione insieme a Rifondazione Comunista, Sel e Italia dei Valori. Vogliamo un rinnovamento. Il primo cittadino attuale Gianni Cruccu si riconosce nelle posizioni del PD a livello regionale e nazionale, ma non mi risulta che siano iscritti al partito né lui né il vice sindaco Bruno Deidda». E proprio quest’ultimo non nasconde la volontà di una ricandidatura: «Potremmo presentarci alle amministrative per completare il programma che stiamo portando avanti in questi anni con tutta una serie di interventi nel paese proprio con chi condivide le nostre idee». Difficile una ricandidatura per l’assessore Paolo Onnis: «È meglio favorire un ricambio. Se quello che si presenta all’orizzonte è accettabile, faccio un passo indietro, mentre le prese di posizione della minoranza lasciano il tempo che trovano».

Tra le tante ipotesi, oltre alle candidature di Silvia MamusaNicola Garau e Carlo Tomasi, spunta anche il nome del giovane Alioska Mancosu, esperto di marketing e turismo di grande professionalità.

Intanto c’è voglia di rinnovamento e il giovane avvocato sangavinese Stefano Altea vuole creare un circolo culturale di filosofia politica: «L’idea è migliorare il paese in base alle proprie conoscenze e competenze. A giugno ci sarà un’assemblea popolare aperta a tutti. Non saremo legati a nessun partito: vogliamo ripartire dall’idea originaria di politica al servizio del cittadino. Il tutto è funzionale alla formazione di una lista civica che porti alla nascita di una nuova classe dirigente di San Gavino per rendere il paese il migliore possibile».

Voleva superare le tradizionali logiche di partito anche Massimo Faa che ha proposto l’istituzione di una tavola rotonda per fare un piano di lavoro per il paese condiviso da tutti: «I rappresentanti locali di PD e di Rifondazione hanno rigettato l’invito per senso di coerenza verso la linea politica dei loro partiti. Pertanto, essendo venuti meno i presupposti che hanno mosso tale mio impegno, pur con rammarico, intendo non dare seguito all’iniziativa intrapresa». Tra gli altri candidati c’è chi vorrebbe il ritorno di Paolo Terzo Sanna, consigliere regionale del PdL. Oppure si fa l’ipotesi di una lista che possa compattare le diverse anime della minoranza attuale.

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda

Lascia un commento