Carnevale Storico Sangavinese 2019
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

«Lavori infiniti, rischiamo la vita tutti i giorni»

Consiglio comunale di Serrenti sulla SS131

Consiglio comunale di Serrenti sulla SS131

Ai camionisti, i più attenti frequentatori di quel che resta della statale 131 tra Serrenti e Sanluri, non è sfuggita l’eccezionalità dell’evento e hanno salutato a modo loro (con alcune potenti strombazzate) la protesta. Forse anche per ringraziare il Consiglio comunale di Serrenti, aperto non senza qualche difficoltà nel punto più critico della strada interessata dai lavori infiniti (sulla sicurezza hanno vigilato la Polstrada di Sanluri e i carabinieri di Serrenti guidati dal maresciallo Claudio Caruso).

«Quando un sindaco è costretto a convocare fuori dal palazzo comunale l’Assemblea, la prima cosa da fare per un rappresentante delle istituzioni è chiedere scusa, e io lo faccio», ha detto Siro Marrocu. Il deputato del Partito democratico, che ha portato il contributo dell’assemblea di Montecitorio insieme al collega del Movimento 5 Stelle Andrea Vallascas. «La 131 è un eterno cantiere: da quando sono bambino ho visto solo lavori», ha detto il deputato grillino, preceduto dagli interventi dei sindaci della zona Enrico Pusceddu di Samassi, Gianni Cruccu di San Gavino e Nicola Cau di Furtei.

A vestire gli scomodi panni di anfitrione del «cantiere della vergogna» è stato il padrone di casa, il sindaco serrentese Luca Becciu. «Su questa strada transitano 20 mila veicoli al giorno, e ciò ci induce a pensare che la situazione di questo cantiere infinito meriti l’attenzione di tutto il territorio», ha esordito Becciu che ha ripercorso le tappe di un’opera «iniziata nel 2007 e che doveva concludersi nel 2010, e che oggi è bloccata».

Dal chilometro 32,300 (Nuraminis) al chilometro 41 (Villasanta) passando per Serrenti: la situazione è ormai negli occhi di tutti. Anche di «quei sangavinesi che», ha detto Gianni Cruccu, «passano, con grandi disagi, da qui per raggiungere Cagliari».

«La battaglia del sindaco di Serrenti è da appoggiare in ogni iniziativa», gli ha fatto eco Enrico Pusceddu, sindaco di Samassi, che ha indugiato «sulle risorse spese dai Comuni per dare visibilità alle aziende della zona industriale di Villasanta, e che invece pagano lo stato precario della viabilità».

Fonte: Ignazio Pillosu, Unione Sarda

Lascia un commento