Carnevale Storico Sangavinese 2019
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Maxi campo di marijuana, ecco i dettagli dell’operazione antidroga

La piantagione era nell’azienda agricola in località Ronigu. Secondo la stima fatta dai militari le piante avrebbero prodotto cinquecento chili di stupefacente. Trovata una bilancina di precisione ed “erba” da vendere. Sequestrate 238 piante, un agricoltore agli arresti.

Maxi campo di marijuana

Maxi campo di marijuana

Una vasta piantagione di canapa indiana all’interno di un’azienda agricola, nelle campagne di San Gavino. I carabinieri della stazione locale l’hanno scoperta ieri mattina, nel corso di un servizio di controllo del territorio, che si è concluso con l’arresto di Marco Pinna, 45 anni, imprenditore agricolo di San Gavino. Per lui è scattata l’accusa di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Complessivamente i militari hanno recuperato duecentotrentotto piante di cannabis indica alte un metro e mezzo e settantacinque grammi di canapa indiana essiccata e pronta per la vendita.

IL BLITZ I carabinieri di San Gavino, coordinati dal maresciallo Sergio Passalacqua, da qualche tempo tenevano d’occhio l’imprenditore agricolo. Per diversi giorni hanno seguito i movimenti dell’uomo. Gli accertamenti sono andati avanti con appostamenti e pedinamenti. Dopo aver raccolto numerosi elementi di prova, hanno deciso di effettuare una perquisizione nella sua azienda agricola in località Ronigu. Ieri mattina, su disposizione del capitano Valerio Cadeddu, comandante della Compagnia di Villacidro, è stato deciso di effettuare un servizio di controllo del territorio per non insospettire Marco Pinna. Mancavano pochi minuti alle 9,30 quando si sono presentati nell’azienda. È stata una perquisizione minuziosa.

PIANTAGIONE Nascoste tra altre coltivazioni sono state trovate duecentotrentotto piante di canapa indiana, dell’altezza media di un metro e cinquanta centimetri. Una piantagione ben curata e dotata di impianto di irrigazione. La perquisizione è proseguita anche nei locali dell’azienda, dove sono stati sequestrati settantacinque grammi di canapa indiana essiccata e un bilancino elettrico di precisione. Le duecentotrentotto piante di cannabis, secondo gli inquirenti, avrebbe prodotto almeno cinquecento chili di stupefacente.

PROCESSO L’agricoltore, accompagnato in caserma per le formalità di rito, è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida fissata per questa mattina nel Tribunale di Cagliari.

SERVIZI ANTIDROGA Il comando dei carabinieri della Compagnia di Villacidro con l’ausilio delle otto stazioni dipendenti hanno intensificato i servizi mirati e i controlli nelle campagne dei sette paesi di competenza territoriale alla ricerca di coltivazioni di sostanze stupefacenti. L’anno scorso furono sequestrate quaranta piante di cannabis tra Guspini e Villacidro. Le indagini continuano per verificare se Marco Pinna avesse collegamenti con altri spacciatori della zona.

Fonte: Gian Paolo Pusceddu, Unione Sarda

Lascia un commento