#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Fedele Melas rivuole il Municipio

Fedele Melas ritenta la scalata alla poltrona più importante del Comune. «Me lo hanno chiesto tantissimi giovani, commercianti, operatori edili e professionisti del settore».
«Sarà una lista di centrosinistra composta da giovani e donne». Doroteo, per 11 anni è stato a capo del Comune.

Fedele Melas

Fedele Melas

San Gavino. Fedele Melas è stato sindaco per undici anni di seguito dal 1994 al 2005. Da sempre democristiano doroteo di centrosinistra, sembrava essersi fatto da parte, ma ora torna in campo.

Perché ha deciso di ricandidarsi come sindaco?
Sono stato spinto da tantissimi giovani, cosa che mi ha colpito e rinfrancato, e da commercianti, operatori edili e professionisti del settore.

Come far rinascere il paese?
San Gavino deve puntare sulla collaborazione tra politica e cittadini. Bisogna cooperare per il bene del paese e per rilanciare l’economia.

Quali sono le emergenze?
Il lavoro prima di tutto e poi la sburocratizzazione e lo snellimento di tutti gli iter per chi vuole costruire e investire e dare occupazione.

Tante promesse per la stazione e l’ospedale, ma niente di fatto.
Giochi politici non hanno permesso quello sviluppo che tutti auspicavamo da queste opere finanziate e poi scippate con il permesso dei nostri consiglieri regionali: dovrebbero vergognarsi.

Da chi sarà composta la lista?
Pur restando ideologicamente di centrosinistra, la lista sarà composta da chiunque vorrà condividere un programma scritto dai sangavinesi per i sangavinesi. Ci saranno molte donne.

Come giudica la Giunta guidata da Gianni Cruccu?
Non ho mai amato esprimere giudizi sui miei successori, non sarebbe eticamente corretto. Non l’ho fatto con Musanti, né lo farò con Cruccu. Il giudizio spetta ai cittadini.

Per due anni è stato assessore al Bilancio dell’attuale giunta. È stato mandato via? Ha detto che San Gavino da 10 anni è ingovernabile. Che cosa vuol dire?
Entrambe le cose sono state volute da alcuni falliti della politica che erano in maggioranza e che stanno contribuendo a creare problemi all’attuale amministrazione. Hanno deciso per me e poi ne hanno subito le conseguenze. Non si può governare il paese con 30 o 50 voti, ma nemmeno con 100 e passa preferenze di scarto se poi si è una nullità. Ecco poi perché San Gavino risulta ingovernabile da 8/9 anni. Ho governato per 10 anni consecutivi senza intoppi e senza fuoriuscite compresi gli otto mesi di ribaltone. In quegli anni eravamo una famiglia che ha rilanciato e, soprattutto, risanato il paese dai debiti, eravamo motivati. Oggi? Meglio calare un velo pietoso

Lo sviluppo urbanistico è ormai bloccato da diversi anni dal Pai (Piano di assetto idrogeologico). Da dove ripartire?
Molti addebitano a me e alla mia Giunta questo problema, ma la verità è che la Regione ci obbligò ad adottare un piano. A tutt’oggi poco si è visto. Mi chiedo dove sono finiti i progetti per il centro storico per piano urbanistico per il piano del traffico che è allo sbando.

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda

Lascia un commento