28 C
San Gavino Monreale
martedì, Luglio 7 2020

Parco Rolandi: quante polemiche!

Da leggere

Lunghe file all’Ecocentro, l’assessore Lai: «Potenzieremo il servizio»

Le foto delle file all'Ecocentro Comunale di San Gavino Monreale, riaperto da inizio maggio dopo la chiusura dovuta all'emergenza coronavirus, stanno facendo...

Alta velocità nel centro abitato di San Gavino, un problema da risolvere?

La questione "alta velocità" arriva anche nel Consiglio Comunale di San Gavino Monreale. Dopo la denuncia di "Mamma Giovanna" sulle nostre pagine,...

Una cagnolina vaga per il paese, si cercano i proprietari

Il problema dei cani (randagi o lasciati liberi di uscire dai cortili) che vagabondano per le vie del paese è sempre più...

Diabetologia, la battaglia si sposta in Regione: lettera all’Assessore Mario Nieddu

Il FAND Medio Campidano scrive all'Assessore Regionale alla Sanità, Mario Nieddu, per presentare formale richiesta di ripristino integrale del Servizio di Diabetologia...

Parco Rolandi: quante polemiche!
Parco Rolandi: quante polemiche!

Nelle scorse settimane il paese è stato scosso dalle polemiche attorno alla proposta, da parte dell’associazione “Stazione Culturale” di utilizzare una porzione del Parco Rolandi per la realizzazione di un’area attrezzata per i cani. Alcuni cittadini hanno promosso una petizione per bloccare l’iniziativa, sostenendo che un parco deve essere destinato ai bambini, e non agli animali.

Alla fine, per evitare ulteriori malumori, si è optato per realizzare l’Agility Dog nelle ex scuole di via Margherita. A parte l’ironia della sorte, che ha portato i cani ad essere ospitati comunque in un’area dedicata ai bambini, ci sono alcune riflessioni da fare.

Prima di tutto, viene da chiedersi come mai in tutto il mondo si stia provvedendo ad attrezzare le aree verdi cittadine, in modo da accogliere gli amici a quattro zampe, mentre noi facciamo le solite barricate.

Il secondo spunto di riflessione sovviene pensando alle lamentele, magari di chi dice “no” a tutto, sul fatto che San Gavino sia un paese fantasma. Riunire le persone che escono a godersi il parco e quelle che vogliono fare una passeggiata col proprio cane, magari facendolo giocare, e portarle in un solo punto, favorirebbe la vita sociale del paese, che è ridotta ai minimi termini. Qualcuno proponeva addirittura la Zona PIP come alternativa! Dove andrebbe a finire la socializzazione se bisogna arrivarci in automobile? Un po’ fuori mano come “passeggiata” col cane!

Terzo spunto, il fattore economico: gli affari dei gestori del parco ne avrebbero sicuramente giovato, e ricordiamoci che la gradevolezza del parco è dovuta anche al fatto che gli avventori del chiosco “finanziano” la manutenzione con le consumazioni.

Quarto, e concludo: qualcuno si lamentava delle condizioni del parco e ha parlato di aree non utilizzate e in disuso. Abbiamo fatto un sopralluogo e abbiamo trovato un prato curato, pulito e tutt’altro che in stato di abbandono, come dimostra la foto. Rendiamo il giusto merito a chi gestisce il parco con tanto impegno!

Fonte: Simone Usai, Comprendo

Altri articoli

Ultime News

Lunghe file all’Ecocentro, l’assessore Lai: «Potenzieremo il servizio»

Le foto delle file all'Ecocentro Comunale di San Gavino Monreale, riaperto da inizio maggio dopo la chiusura dovuta all'emergenza coronavirus, stanno facendo...

Alta velocità nel centro abitato di San Gavino, un problema da risolvere?

La questione "alta velocità" arriva anche nel Consiglio Comunale di San Gavino Monreale. Dopo la denuncia di "Mamma Giovanna" sulle nostre pagine,...

Una cagnolina vaga per il paese, si cercano i proprietari

Il problema dei cani (randagi o lasciati liberi di uscire dai cortili) che vagabondano per le vie del paese è sempre più...

Diabetologia, la battaglia si sposta in Regione: lettera all’Assessore Mario Nieddu

Il FAND Medio Campidano scrive all'Assessore Regionale alla Sanità, Mario Nieddu, per presentare formale richiesta di ripristino integrale del Servizio di Diabetologia...

“A Casa di Gio”: Torta di fichi senza cottura!

Nuovo appuntamento "A Casa di Gio", uno spazio curato da Johanne Cesarano che, attraverso il suo Canale YouTube ci accompagna, di ricetta...