14 C
San Gavino Monreale
mercoledì, 1 Aprile 2020

«La soluzione è il rondò»

Da leggere

“Grande Raccolta Fondi per l’Ospedale di San Gavino”: 24.016 € dopo 8 giorni

Dopo 8 giorni la Grande Raccolta Fondi per l'Ospedale di San Gavino ha raggiunto la cifra di 24.016 euro grazie alla donazione...

Coronavirus, bollettino a San Gavino Monreale al 31 marzo 2020

Il Comune di San Gavino Monreale ha aggiornato il "bollettino" con tutte le informazioni sui casi di contagi da Covid-19 nel nostro...

Coronavirus in Sardegna: i casi totali passano da 682 a 722 rispetto a ieri

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Coronavirus: dal Viminale sì alle passeggiate genitori-figli

"Coronavirus, nessuno pensa ai bambini". Questo è un leitmotiv della vita familiare ai tempi del Covid-19 e del distanziamento sociale. Figli chiusi...

Vertice tra prefetto e sindaco per l’incrocio della morte. Nell’attesa del progetto, via libera alla nuova segnaletica.

Incidente nell'incrocio della morte
Incidente nell’incrocio della morte

Le inutili stragi di morti (4 dal 2006) e feriti (90 negli ultimi 8 anni) nell’incrocio della morte tra la provinciale 62 per Villacidro e la statale 197 Sanluri-Guspini dovrebbero presto avere termine. È quanto emerge dal vertice convocato in prefettura a Cagliari su richiesta del sindaco Gianni Cruccu: «Questo incontro dovrebbe dare finalmente risultati concreti anche perché il prefetto Alessio Giuffrida ha stabilito ulteriori incontri e contatti con la Provincia. Il primo tra una settimana per capire se il commissario straordinario dell’ex Provincia potrà liberare risorse per una sistemazione provvisoria. Inoltre Giuffrida ha dato disposizioni all’Anas affinché venga segnalata con cartelli lampeggianti la pericolosità del tratto ed alla polizia stradale di verificare quanto può essere fatto in attesa della sistemazione definitiva della rotatoria».

Prossimo appuntamento a fine settembre: «La Provincia – aggiunge il sindaco Gianni Cruccu – tramite il dirigente, l’ingegner Pierandrea Bandinu, ha dato rassicurazioni sul completamento dell’iter progettuale finalizzato all’esproprio. Il prefetto mi è sembrato molto preoccupato, ma anche molto deciso: ha puntualizzato più volte che non ci si può permettere anche solo un nuovo ferito. Ho chiesto più volte al prefetto di vigilare sull’iter previsto, ricevendo rassicurazioni in merito». La speranza è che finalmente si passi dalle parole ai fatti.

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda

Altri articoli

Ultime News

“Grande Raccolta Fondi per l’Ospedale di San Gavino”: 24.016 € dopo 8 giorni

Dopo 8 giorni la Grande Raccolta Fondi per l'Ospedale di San Gavino ha raggiunto la cifra di 24.016 euro grazie alla donazione...

Coronavirus, bollettino a San Gavino Monreale al 31 marzo 2020

Il Comune di San Gavino Monreale ha aggiornato il "bollettino" con tutte le informazioni sui casi di contagi da Covid-19 nel nostro...

Coronavirus in Sardegna: i casi totali passano da 682 a 722 rispetto a ieri

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Coronavirus: dal Viminale sì alle passeggiate genitori-figli

"Coronavirus, nessuno pensa ai bambini". Questo è un leitmotiv della vita familiare ai tempi del Covid-19 e del distanziamento sociale. Figli chiusi...

Il SPI Cgil del Sud Sardegna Occidentale dona 1.000 euro alla Grande Raccolta

Il Sindacato Pensionati Italiani Cgil del Sud Sardegna Occidentale, con sede a San Gavino Monreale, ha donato 1.000 euro alla “Grande Raccolta...