#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Tares, evitato il salasso

Dal Consiglio nessun aumento neppure per l’Irpef. Via libera alle nuove aliquote tra le critiche dell’opposizione.

Non sarà un salasso l’applicazione della Tares, il tributo comunale sui rifiuti e servizi che sostituisce la vecchia Tarsu. Lo ha evidenziato l’assessore al bilancio Stefano Garofano: «I locali artigianali avranno le stesse detrazioni che avevano con la Tarsu mentre per gli altri servizi il costo si calcola in base ai metri quadrati».

I cittadini potranno pagare la Tares in diverse rate oppure con un versamento unico che scade a dicembre come ricorda il sindaco Gianni Cruccu: «La gente ha paura di non avere i soldi, quindi paga piano piano. Con il pagamento unico si agevolano le persone che non riescono a conservare i soldi. A San Gavino c’era già una copertura alta del servizio della Tarsu, fatto che ha evitato gli aumenti consistenti di altri paesi». Così si eviterà un salasso per i cittadini, ma sui pagamenti è polemico il consigliere di minoranza Nicola Garau: «Chi paga dopo viene premiato».

Poi si passa alle altre tasse. Per l’Imu la maggioranza approva in Consiglio le aliquote e le detrazioni precedenti: «Siamo riusciti – spiega l’assessore Garofano – a evitare aumenti e nello stesso tempo a garantire i servizi. Non è da poco di questi tempi». Stesso discorso per l’addizionale comunale Irpef: «Anche in questo caso – aggiunge Stefano Garofano – confermiamo lo 0,5 per cento dello scorso anno. La pressione sui cittadini e sulle imprese è in continuo aumento e questo non può essere un volano per la ripresa economica». 

Fonte: Gigi Pittau, Unione Sarda

Lascia un commento