20.3 C
San Gavino Monreale
domenica, 25 Ottobre 2020

Perché la nuova stazione è ancora al buio?

Emergenza sanitaria

Coronavirus, 25 ottobre: salgono i contagi in Sardegna, +195 nelle ultime 24 ore

Sono 195 i nuovi positivi in Sardegna nelle ultime 24 ore. Il bollettino della Protezione Civile di oggi 25 ottobre 2020 continua...

Coronavirus, Conte prepara il nuovo DPCM: stop a palestre e cinema, chiusura dei ristoranti alle 18 e stretta sul weekend

Lungo vertice a Palazzo Chigi tra il Giuseppe Conte e i capi delegazione per ragionare sulla nuova stretta per il coronavirus. Tra...

Coronavirus, salgono ancora i contagi in Sardegna: +329 nelle ultime 24 ore

Sono 329 i nuovi positivi in Sardegna nelle ultime 24 ore. Il bollettino della Protezione Civile di oggi 4 ottobre 2020 continua...

Personale medico, sanitario e amministrativo: selezione per 2.000 posti

Coronavirus: al via il reperimento di 2.000 unità di personale medico sanitario e amministrativo. Personale a supporto della medicina territoriale per Covid-19,...

San Gavino Monreale, nuova ordinanza anti-Covid: stretta sui distributori automatici di alimenti e bevande

Carlo Tomasi, Sindaco di San Gavino Monreale, mediante l'ordinanza numero 57 del 23 ottobre 2020, dispone una serie di limitazioni, in attuazione...

La zona della nuova stazione di San Gavino
La zona della nuova stazione di San Gavino

Riceviamo e pubblichiamo una lettera di un nostro lettore, che ci chiede informazioni sull’illuminazione pubblica della nuova stazione ferroviaria (che ormai, tanto nuova non lo è più). Abbiamo cercato di rispondere e di colmare tutti i dubbi che sicuramente incuriosiscono tanti altri sangavinesi.

Buongiorno,
non se in passato vi siete già occupati di questo tema che credo stia a cuore di tanti pendolari del medio campidano.
Perché sono fermi i lavori di illuminazione della zona adiacente la stazione, parcheggio e rotonde di accesso?
L’impianto sembra praticamente ultimato, con la presenza di pali e luci, eppure la sera si rischia la vita se si vuole rientrare a casa a piedi (e non è una battuta).
Da cosa dipende e di chi sono le competenze?
Saluti,
Lucio Gallia

Intanto dobbiamo specificare che attualmente, l’impianto di illuminazione, il parcheggio e la viabilità sono ancora gestiti da R.F.I. (Rete Ferroviaria Italiana).

R.F.I. ha tentato più volte di cedere il tutto in comodato al Comune di San Gavino Monreale, ottenendo un secco rifiuto finché non verrà realizzato tutto ciò che è stato promesso nelle varie Conferenze di Servizio, ossia:
– ripristino dell’accesso ai fondi per i proprietari che se lo sono visti chiudere durante i lavori per il raddoppio dei binari e della nuova stazione;
– canalizzazione acque meteoriche verso il Rio Malu;
– messa in sicurezza di una rotatoria.

Queste operazioni dovranno essere effettuate da R.F.I. e non dal Comune di San Gavino Monreale, come in tanti potrebbero essere portati a credere.

Possiamo anticipare che il suddetto impianto di illuminazione, una volta attivo, sarà collegato a quello fotovoltaico, che fa parte del progetto del “Centro Intermodale”, ancora in fase di definizione, una delle note positive dell’attuale Amministrazione Comunale insieme ai numerosi finanziamenti ottenuti per il ripristino della viabilità nelle zone interessate dai lavori per lo spostamento dei binari.

Articolo precedenteMike è tornato a casa!
Articolo successivoCane smarrito al Liceo Lussu

Articoli correlati

Ultime News

Bollettino di aggiornamento Covid-19: San Gavino Monreale 25.10.2020

Si comunicano i dati aggiornati alla data odierna:• 27 attualmente positivi (invariato da ieri) di cui 26 in isolamento domiciliare e 1 ricoverato...

26 ottobre 2020, allerta meteo gialla per temporali

Il Centro Funzionale Decentrato di Protezione Civile, in data odierna, ha emesso a partire dalle ore 12:00 del 26.10.2020 e sino alle...

Coronavirus, 25 ottobre: salgono i contagi in Sardegna, +195 nelle ultime 24 ore

Sono 195 i nuovi positivi in Sardegna nelle ultime 24 ore. Il bollettino della Protezione Civile di oggi 25 ottobre 2020 continua...

DPCM e chiusure: al posto di consigli sui social, agiamo: aiutiamo le attività più colpite!

Dopo l'ufficialità del DPCM del 25 ottobre 2020 e la conferenza stampa di Giuseppe Conte di stamattina, che ha tenuto incollati alla...