Carnevale Storico Sangavinese 2019
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Un bacino per Ahmed

Oggi vogliamo raccontarvi la storia di Ahmed Barkhia, un amico di San Gavino Monreale . Net, uno di quelli tosti.

Ahmed Barkhia

Ahmed Barkhia

La sua storia è fatta di tenacia, di voglia di vivere e di un approccio positivo verso le tante difficoltà che la vita gli ha messo davanti.

Ahmed Barkhia, pur essendo affetto da Nanismo Ipofisario, Osteonecrosi delle articolazioni inferiori ed Acondroplasia Displasica Bilaterale, non ha mai chiesto aiuto a nessuno. Ha girato gli ospedali di mezza Italia, cercando una soluzione – anche parziale – ai suoi problemi. Solo quando è stato inevitabile farlo, ha deciso di creare il sito www.ahmedbarkhia.net per chiedere una mano a tutti noi.

Ultimamente la sua condizione fisica si è aggravata ulteriormente, nello specifico la deambulazione. Per camminare (con grave difficoltà motoria) deve prendere molti antidolorifici che inevitabilmente deteriorano anche altri organi interni; inoltre è costretto ad utilizzare stampelle e mezzi di trasporto anche per piccole distanze.

Ahmed Barkhia è arrivato al punto di non ritorno: per evitare di restare menomato per sempre, ha bisogno del nostro aiuto. Tramite il sito www.ahmedbarkhia.net è possibile fare una donazione (o acquistare una maglietta) per finanziare una costosissima operazione che purtroppo la sanità pubblica non consente. Servono ben 75.000 € affinché Ahmed possa avere una speranza. Al momento sono stati raccolti poco più di 10.000 € – tantissimi, ma non abbastanza – e per questo chiediamo a tutti i nostri lettori di aiutarci a diffondere questo appello.

Come utilizzerà le donazioni Ahmed Barkhia, una volta superato il budget? Una volta arrivato a 75.000 € potrà eseguire l’operazione per entrambe le anche. Tutto il ricavato oltre i 75.000 € sarà donato ad una causa simile oppure alla ricerca sulle malattie congenite che attaccano le ossa.

Lascia un commento