32.2 C
San Gavino Monreale
giovedì, 29 Luglio 2021

ANPI: 70° Anniversario della Liberazione e Monumenti Aperti 2015

Emergenza sanitaria

Abbiamo ricevuto una foto scattata all’ultimo Partigiano sangavinese, Bruno (Brunone) Scano, che aveva assunto, durante la Lotta di Liberazione in Piemonte, il nome di Battaglia “Moretto”.

Bruno, come sapete, ci ha lasciato lo scorso 28 dicembre 2014.

Anche questa foto è stata scattata il 19 giugno 2013, in occasione della consegna della tessera ad honorem dell’ANPI.

La delegazione delle ANPI provinciali del Medio Campidano, Asti e Lucca in quell’occasione consegnò, tra le altre cose, anche il CREST del Comune di San Gavino Monreale, il paese che gli ha dato i natali. Qui è ritratto appena dopo la consegna.

Bruno Scano, il partigiano "Moretto"
Bruno Scano, il partigiano “Moretto”

Questa foto, su una cornice con i colori della Bandiera Italiana, lo scorso 25 Aprile, in occasione del 70° anniversario della Liberazione, è stata consegnata all’attuale Sindaco, con l’auspicio che il nome dell’ultimo Partigiano sangavinese venga aggiunto al più presto nella targa posta in piazza della Resistenza.

Inoltre, per il 70° Anniversario della Liberazione, il 2 e 3 maggio, in occasione di Monumenti Aperti, l’ANPI Medio Campidano ha messo a disposizione, con i pannelli sui Partigiani sangavinesi, già utilizzati a novembre e dicembre 2014, un filmato dal titolo “I saluti del Partigiano Moretto”, realizzato, in collaborazione, dall’ANPI, Luisa Scano, figlia del Partigiano e Maurizio Micheletti, un amico di famiglia.

Il filmato doveva essere presentato, proprio in occasione del 70° della Liberazione, ai concittadini di Bruno, visto che lui non sarebbe potuto essere presente a causa dell’età. Per questo si era pensato ai suoi saluti filmati, eventualmente integrandoli con un collegamento telefonico. Ma questo non si potrà più fare.

Il filmato, messo a disposizione dall’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, potrà essere visto, il 2 e 3 maggio 2015, presso la Casa Museo Dona Maxima, in occasione di Monumenti Aperti, grazie alla collaborazione dell’Associazione Culturale Sa Moba Sarda.

- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -

Ultime News