#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Una nuova vita per Piazza Trento

“A noi, stare senza far niente, non ci piace”, inizia con questa frase l’avventura che ha come obiettivo la riqualificazione di Piazza Trento, il parcheggio con annessa una piccola piazzetta situato nell’incrocio tra via Milano e via Trento.

La frase citata all’inizio è l’input affinché un gruppo spontaneo, formato da giovani e volenterosi ragazzi sangavinesi, predisponga un progetto da protocollare presso il Comune di San Gavino Monreale che abbia come oggetto la richiesta della gestione della riqualificazione di un’altra zona abbandonata del paese. Il gruppo prende il nome di “Sti ragazzi” e sin dalla sua nascita, avvenuta i primi di novembre, rimane in continua evoluzione: qualcuno va via, tanti altri nuovi, conquistati dall’entusiasmo, arrivano.

Murale di Andrea Parodi

Murale di Andrea Parodi

L’idea iniziale era quella di pulire e rendere vivibile un angolo da troppo tempo trascurato all’interno del centro urbano del nostro paese. Ma è quando i lavori avanzano che a gran parte del gruppo balena l’idea di seguire l’onda d’arte che ha colpito il paese, dapprima con la realizzazione del murale di Eleonora, e successivamente con la riqualificazione di Piazza Salvo D’Acquisto. “Sti ragazzi” spinti dall’entusiasmo sempre crescente, decidono di contattare diversi artisti del paese per avere tra le mani tante belle idee dalle quali scegliere la migliore. Le proposte, a detta del gruppo, erano davvero tutte bellissime e interessanti, l’unica nota negativa era che purtroppo ne andava scelta soltanto una.

Riuniti in una piccola assemblea, ci si accorge che il tema che riscuote maggior successo tra i partecipanti è quello relativo alla “musica”. La proposta è stata elaborata e fornita da Paolo Mazzucco, in arte Mamblo.

Piazza Trento, grazie a quest’idea, sarà quindi abbellita e decorata da diversi splendidi murales rappresentanti musicisti che hanno fatto la storia della musica nazionale e internazionale. Si parte col “Club 27”, un’espressione utilizzata per riferirsi ad alcuni musicisti, prevalentemente cantanti rock, deceduti all’età di 27 anni come ad esempio Jimi Hendrix, Jim Morrison e Amy Winehouse. Si va avanti con tanti altri celebri artisti tra i quali ci piace sottolineare il cantautore sardo Andrea Parodi, scomparso nel 2006 e Fabrizio De André che, seppur genovese d’origine, sosteneva che: “la vita in Sardegna è forse la migliore che un uomo possa augurarsi”.

Murale di Jimi Hendrix

Murale di Jimi Hendrix

Più i giorni passano, più Piazza Trento prende forma e colore, e dopo poco più di un mese di lavoro è già pronta per l’inaugurazione. La serata è prevista per domenica 20 dicembre a partire dalle ore 16:00 fino alla mezzanotte. Ovviamente, anche durante la serata dell’inaugurazione sarà la musica a essere protagonista, con diversi gruppi locali che intratterranno la popolazione e la riproposizione di alcuni brani di successo degli artisti immortalati nei tanti murales appena realizzati nella piazza. Il gruppo ha previsto un punto ristoro e un’apericena a offerta libera. La continua e costante ricerca di nuovi fondi per poter continuare il lavoro anche d’estate non si ferma, l’obiettivo è quello di migliorare ulteriormente la piazza anche con l’aiuto di altri artisti locali: “questo è solo il primo step del nostro progetto” ci dicono i rappresentanti del gruppo “speriamo presto, magari l’estate prossima, di concludere il nostro lavoro rendendo una piazza un luogo unico”.

Chiunque voglia sostenere l’iniziativa potrà farlo direttamente il 20 dicembre, giorno dell’inaugurazione, a cui speriamo partecipi tutta la popolazione, per rendere merito al lavoro di questi volontari, per far sì che questo sia un ulteriore stimolo per nuove iniziative simili. L’iniziativa si può inoltre sostenere sul portale www.kapipal.com, e per maggiori informazioni nonché per curiosare qualche altra foto si può visitare la pagina Facebook “Riqualificazione Piazza Trento”.

Luca Fois

Lascia un commento