#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Deiola “docet”

Contro il Brescia, prestazione maiuscola del giovane centrocampista rossoblu, quantità e qualità da veterano.

Alessandro Deiola classe 1995, nato a San Gavino. A soli 20 anni è stato in grado di creare non pochi problemi al Brescia. Inserimenti, contrasti, recuperi, costruzione di gioco, sovrapposizioni e assist in favore delle punte, tutto ciò che un allenatore di calcio vorrebbe poter trovare all’interno della rosa a sua disposizione.

Deiola “docet”

Deiola “docet”

Al “piccolo” Alessandro (si fa per dire poiché è alto ben 190 centime-tri), sabato contro le “rondinelle”, è mancato solo il goal. A Deiola va il merito di essere un giocatore versatile e di sacrificio.

Sono moltissimi, infatti, i movimenti compiuti con e senza palla; si è rivelato oltremodo essenziale nella fase di copertura, dando la prova di avere un’ottima intesa con i compagni di reparto e una buona dose di personalità; nell’occasione del 3 a 0, il numero 27 ha effettuato un dribbling secco sull’avversario di turno e, defilandosi sull’out di sinistra e riuscito a pennellare un cross perfetto per l’incornata vincente di Joao Pedro.

Deiola “docet”; è stato tra i migliori scesi in campo nella gara contro il Brescia.

Durante questo campionato ha collezionato 595 minuti in campo che gli valgono 15 presenze; è riuscito a siglare anche una rete alla prima di campionato contro il Crotone. Prodotto del vivaio rossoblu, Alessandro Deiola, sta dimostrando che può dire la sua all’interno di un gruppo così forte come quello del Cagliari.

Già a Como, nella gara di domani sera, potrà essere tra i titolari vista l’assenza per squalifica di Joao Pedro, inserendolo in un eventuale 4-4-2 come esterno di destra.

Fonte: Giambattista Marongiu, blogcagliaricalcio1920.net

Lascia un commento