Trattorando 2019
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

I contributi per l’alluvione del 2013

Sono passati ormai tre anni da quel terribile 18 novembre che ha cambiato la vita di tanti sangavinesi. Ed è a tre anni di distanza che la Direzione Generale Regionale della Protezione Civile emette un’ordinanza relativa all’interpretazione della delibera del Consiglio dei Ministri del 28 luglio 2016 denominata “Criteri direttivi per la determinazione e concessione dei contributi ai soggetti privati per i danni occorsi al patrimonio edilizio abitativo ed ai beni mobili”.

I contributi per l’alluvione del 2013

I contributi per l’alluvione del 2013

La scadenza per la presentazione delle domande è stata stabilita per la fine settembre, ed era destinata a tutti i soggetti privati che avessero presentato la scheda B “Ricognizione del fabbisogno per il ripristino del patrimonio edilizio privato”.

I danni subiti ammessi a questo contributo sono quelli relativi a strutture portanti, impianti, finiture interne e esterne, serramenti interni ed esterni. Le domande di contributo, per essere ammesse, sono state corredate da una perizia asseverata redatta da un professionista abilitato.

Entro il 28 ottobre saranno i Comuni a dover presentare l’istruttoria sull’ammissibilità dei richiedenti e dei danni segnalati con la determinazione dell’importo spettante, successivamente la palla passerà in mano alla Regione Sardegna che entro il mese di novembre quantificherà il contributo massimo concedibile nel rispetto del massimale complessivo.

Una volta determinato l’importo del contributo spettante, il beneficiario avrà titolo per ottenere un finanziamento agevolato e un credito di imposta di pari importo. Un sistema del tutto analogo a quello utilizzato per i contributi del terremoto che colpì l’Emilia-Romagna nel 2012.

Lascia un commento