Trattorando 2019
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Miele d’oro a San Gavino Monreale

Un proverbio africano sostiene che chi voglia il miele debba avere però il coraggio di affrontare le api. A San Gavino la tradizione dell’apicoltura viene portata avanti da diversi nostri concittadini, tra questi c’è Maura Mascia che con vent’anni d’esperienza nel settore ha creato il marchio “Sa Scussura”.

Negli ultimi mesi il suo miele è salito agli onori della cronaca grazie alla fortunata partecipazione al concorso “Premio Giulio Piana – Tre Gocce D’Oro 2016”.

Miele d’oro a San Gavino Monreale

Miele d’oro a San Gavino Monreale

Infatti il 18 Settembre scorso il miele d’eucalipto prodotto presso la località Coriemeloni nel comune di San Gavino ha ottenuto l’ambito primo premio. Al concorso, nonostante il 2016 sia stato un anno di grande crisi per l’apicoltura italiana, hanno partecipato quasi 700 tipi di miele provenienti da tutte le regioni d’Italia e quello prodotto da Maura ha sbaragliato la concorrenza.

“L’aroma molto caratteristico che richiama le sensazioni olfattive, ma è più fine e ricco e ricorda la caramella mou alla liquirizia” è questo uno dei giudizi apparsi nelle schede di valutazione del concorso. Il concorso “Tre Gocce D’Oro” si è svolto a Castel San Pietro Terme in provincia di Bologna e ha visto partecipare cinquantotto esperti e quattro laboratori.

Abbiamo incontrato Maura che ci ha raccontato la sua passione, perché più che di lavoro si tratta di vera e propria passione iniziata vent’anni fa con un corso. “Dedico questo premio a signor Salvatore Caboni di San Sperate, un grande apicoltore che mi ha instradato verso quella che oggi è una grande fonte di soddisfazioni” ci dice Maura che ci spiega come l’attività si svolga per nomadismo, infatti le api vengono portate di notte laddove ci sia la fioritura. Tra i tanti mieli prodotti da Maura, oltre a quello vincente di eucalipto ci sono quello di cardo, di arancio, di asfodelo e il millefiori. “La speranza è che quella che per molti a San Gavino è una passione diventi un lavoro a tutti gli effetti” conclude Maura a cui la nostra redazione rinnova i complimenti per il successo ottenuto.

Luca Fois

Lascia un commento