9.2 C
San Gavino Monreale
mercoledì, 2 Dicembre 2020

Fitoderivati da piante indiane rallentano i sintomi della SLA

Emergenza sanitaria

Arbus, salgono i positivi, nuova ordinanza del sindaco Andrea Concas

Ad Arbus salgono il casi di positività al Covid-19. Si contano 44 positivi, di cui 6 ricoverati in ospedale. Per questo il sindaco Andrea...

Coronavirus in Sardegna, 27 novembre: i dati dei contagi (+375) e dei guariti (+164) nelle ultime 24 ore. Altri 9 decessi

Covid-19, in Sardegna ancora 9 decessi e 375 nuovi casi. Cala il numero dei ricoveri. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale si registrano 375...

Coronavirus in Sardegna, 26 novembre: i dati dei contagi (+405) e dei guariti (+126) nelle ultime 24 ore. Altri 5 decessi

Covid-19, in Sardegna ancora 5 decessi e 405 nuovi casi. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale si registrano 405 nuovi casi emersi dall'analisi di 3.037...

Coronavirus in Sardegna, 25 novembre: i dati dei contagi (+351) e dei guariti (+197) nelle ultime 24 ore. Altri 6 decessi

Covid-19, ancora sei decessi e 351 nuovi casi. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale si registrano 351 nuovi casi emersi dall'analisi di 3.877 tamponi e...

Fincantieri, ok del MISE all’acquisizione di INSO (la società che costruirà il nuovo ospedale del Medio Campidano)

Con decreto del 12 novembre, il Ministero dello Sviluppo Economico ha autorizzato l’aggiudicazione dei complessi aziendali facenti capo a INSO – Infrastrutture Sociali (inclusa...

Alcuni fitoderivati estratti dalla Withania somnifera e dalla Mucuna pruriens, piante impiegate da secoli dalla medicina tradizionale indiana (Ayurveda), sono in grado di rallentare e contrastare una serie di sintomi e di alterazioni cellulari, sub-cellulari e molecolari associati alla Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA) causata dalla sovra-espressione di una proteina, la SOD1, nei neuroni che controllano il movimento.

Gruppo di ricerca guidato dalla prof.ssa Anna Liscia
Gruppo di ricerca guidato dalla prof.ssa Anna Liscia

Lo ha dimostrato un gruppo di ricerca guidato dalla prof.ssa Anna Liscia, ordinario di Fisiologia dell’Università di Cagliari, che ha visto la collaborazione di diversi Centri di Ricerca afferenti all’ateneo del capoluogo sardo, al CNR, all’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova e ad un istituto di ricerca indiano.

Lo studio è stato effettuato con l’impiego del moscerino della frutta, la Drosophila melanogaster – spiega la prof.ssa Anna Liscia – che, grazie alla comune presenza di geni e ad una simile organizzazione e modalità cellulare di funzionamento col sistema nervoso umano, costituisce un potente modello traslazionale per lo studio delle basi biologiche di malattie neurodegenerative attualmente senza cure quali la SLA. In accordo con i clinici coautori dell’articolo questi risultati potrebbero aprire nuove strade nell’affrontare trattamenti alternativi di questa e di altre malattie simili”.

La notizia completa può essere letta sul sito dell’Università degli Studi di Cagliari.

Articoli correlati

Ultime News

Bollettino di aggiornamento Covid-19: San Gavino Monreale 01.12.2020

Si comunicano i dati aggiornati alla data odierna:• 33 attualmente positivi (+1 da ieri) di cui 33 in isolamento domiciliare e nessuno ricoverato con sintomi.• 34 persone in quarantena (oltre i positivi...

San Gavino, i donatori di sangue a sostegno di Bitti

San Gavino Monreale, un paese in cui la parola d'ordine è "solidarietà". La sezione AVIS locale infatti si mobilita a sostegno della popolazione di Bitti,...

La mamma, la vicina e il Covid-19: epilogo

Comincio col ringraziare le persone che hanno letto la mia lettera, che ci hanno riflettuto su, che hanno riposto con un commento. Nella lettera...