15 C
San Gavino Monreale
domenica, 29 Novembre 2020

Progetto Coru: l’Ospedale di San Gavino primo classificato!

Emergenza sanitaria

Arbus, salgono i positivi, nuova ordinanza del sindaco Andrea Concas

Ad Arbus salgono il casi di positività al Covid-19. Si contano 44 positivi, di cui 6 ricoverati in ospedale. Per questo il sindaco Andrea...

Coronavirus in Sardegna, 27 novembre: i dati dei contagi (+375) e dei guariti (+164) nelle ultime 24 ore. Altri 9 decessi

Covid-19, in Sardegna ancora 9 decessi e 375 nuovi casi. Cala il numero dei ricoveri. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale si registrano 375...

Coronavirus in Sardegna, 26 novembre: i dati dei contagi (+405) e dei guariti (+126) nelle ultime 24 ore. Altri 5 decessi

Covid-19, in Sardegna ancora 5 decessi e 405 nuovi casi. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale si registrano 405 nuovi casi emersi dall'analisi di 3.037...

Coronavirus in Sardegna, 25 novembre: i dati dei contagi (+351) e dei guariti (+197) nelle ultime 24 ore. Altri 6 decessi

Covid-19, ancora sei decessi e 351 nuovi casi. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale si registrano 351 nuovi casi emersi dall'analisi di 3.877 tamponi e...

Fincantieri, ok del MISE all’acquisizione di INSO (la società che costruirà il nuovo ospedale del Medio Campidano)

Con decreto del 12 novembre, il Ministero dello Sviluppo Economico ha autorizzato l’aggiudicazione dei complessi aziendali facenti capo a INSO – Infrastrutture Sociali (inclusa...

CORU – LA PREVENZIONE INIZIA A SCUOLA: il reparto di Cardiologia del N.S. di Bonaria di S. Gavino Monreale è primo classificato a livello nazionale nel concorso “La prevenzione cardiovascolare sCORRE”

Progetto Coru: l'Ospedale di San Gavino primo classificato!
Progetto Coru: l’Ospedale di San Gavino primo classificato!

Il gruppo farmaceutico Boehringer Ingelheim con l’iniziativa “La prevenzione cardiovascolare sCORRE” è sceso in campo per promuovere la cultura della prevenzione vascolare attraverso il movimento e uno stile di vita sano. I protagonisti di tale iniziativa sono stati gli Enti ospedalieri pubblici, le Fondazioni, gli IRCCS (Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico) e le ASL italiane, chiamati a candidare progetti volti a promuovere la forma fisica come responsabilità sociale condivisa. Sono stati coinvolti i cittadini, che, attraverso un sistema di votazione basato anche sull’attività fisica svolta, dovevano sostenere i diversi progetti e decretare i vincitori del concorso, beneficiari di un importo complessivo di 65.000 euro.

Il reparto di Cardiologia dell’Ospedale Nostra Signora di Bonaria di San Gavino Monreale ha partecipato, dal 5 ottobre al 30 novembre, con il progetto denominato “CORU – La prevenzione inizia a scuola”. L’obiettivo è lo screening delle cardiopatie e della morte improvvisa fra i giovani delle scuole superiori: l’equipe cardiologica itinerante nelle scuole eseguirà su ogni ragazzo dell’ultimo anno diversi controlli, quali la valutazione clinica, ECG, misurazione della pressione arteriosa, peso e altezza, oltre a, qualora fosse necessario, ecocardiogramma e accertamenti di secondo livello. Al termine di queste giornate si terranno degli incontri formativi “Salva Cuore” con la proposta di modelli comportamentali relativi alla vita del giovane, compresa l’alimentazione, l’abolizione del fumo e l’attività sportiva.

Progetto Coru: l'Ospedale di San Gavino primo classificato!
Progetto Coru: l’Ospedale di San Gavino primo classificato!

Grazie al coinvolgimento di tantissime persone in tutta la regione, in seguito a una gara tra cittadini a colpi di chilometri effettuati, ognuno dei quali veniva pubblicato sui social media e conferiva punteggio al progetto, questo è risultato primo classificato a livello nazionale, aggiudicandosi un finanziamento di 20.000 euro da parte dell’azienda Boehringer Ingelheim. La vittoria, celebrata a Milano con la premiazione il 13 dicembre ultimo scorso, ha portato al centro dell’attenzione l’Ospedale Nostra Signora di Bonaria e la comunità del Medio Campidano, esibendo un lavoro di squadra encomiabile fra tutte le componenti ospedaliere, l’azienda, gli organi di stampa e la popolazione. Il frutto di tale sforzo ha portato l’Ospedale di San Gavino Monreale a superare realtà di ben più ampio bacino di utenza, come, ad esempio, l’Ospedale Monaldi di Napoli, l’Università di Trieste o il Policlinico Gemelli di Roma.

L’Amministrazione Comunale, avendo anche partecipato personalmente al progetto, porge i propri sentitissimi complimenti e ringrazia il reparto di Cardiologia capitanato dal Dottor Gianfranco Delogu, a cui dichiara fin da ora il proprio massimo supporto per porre in essere il progetto nell’ambito scolastico.

Articoli correlati

Ultime News

Maltempo, agricoltura in ginocchio: primo bilancio pesantissimo

È cominciata la conta dei danni nelle campagne che da ieri piangono la perdita dell’allevatore Ilario Giuseppe Mannu di Bitti. L’agricoltura paga un tributo pesante...

Allerta meteo a San Gavino, le foto della Protezione Civile

L'allerta meteo diramata due giorni fa e poi prolungata a tutto il weekend ci ha fatto tornare indietro al 2013, quando l'alluvione Cleopatra colpì...

Arbus, salgono i positivi, nuova ordinanza del sindaco Andrea Concas

Ad Arbus salgono il casi di positività al Covid-19. Si contano 44 positivi, di cui 6 ricoverati in ospedale. Per questo il sindaco Andrea...

La vicina di casa “menefreghista” e noi positivi al Covid-19, la lettera di una mamma

Noi siamo una famiglia con bimbi. In questi tempi di coronavirus non abbiamo praticamente vita sociale, lavoriamo da casa, i nostri unici contatti derivano...