Banner
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Consiglio Comunale, una mozione per la Fibromialgia

La Fibromialgia è una patologia di cui si parla troppo poco, ma è allo stesso tempo estremamente diffusa, si parla di 1,5/2 milioni di italiani che ne soffrono con un’incidenza prevalente nelle persone di sesso femminile in età adulta con un rapporto uomo-donna di 1:8 e con esordio tra 45 e 55 anni per le donne e 25 e 35 anni per gli uomini, ma interessa anche giovani adolescenti e più raramente bambini. I suoi sintomi sono assai invalidanti e consistono in spossatezza, disturbi del sonno, tachicardia, vertigini etc.

Consiglio Comunale, una mozione per la Fibromialgia

Consiglio Comunale, una mozione per la Fibromialgia

Nonostante questi aspetti il Sistema Sanitario non prevede alcuna forma di riconoscimento per la Fibromialgia e la Sindrome da Fatica Cronica e nessuna esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria. Per questo motivo diverse regioni si stanno attivando autonomamente al fine di riconoscere territorialmente la patologia, su tutte la Lombardia, il Friuli Venezia Giulia, la Toscana, l’Emilia Romagna e la Campania.

Purtroppo in Sardegna non esiste un centro di riferimento regionale per lo studio della Fibromialgia e tantomeno un protocollo diagnostico. Sappiamo qual è la condizione geografica di insularità della nostra Regione e questo porta chi è affetto da tale sindrome, così come chi assiste i malati, ad una sorta di “nomadismo” diagnostico che logicamente porta a scompensi ulteriori rispetto a quelli già prodotti dalla malattia in sé.

Attraverso questa mozione, già presentata e in alcuni casi approvata da tanti comuni di tutta la Sardegna, tutti i consiglieri di minoranza Lorenzo Argiolas, Nicola Garau, Simone Angei, Giusi Chessa e Silvia Mamusa vorrebbero impegnare il Sindaco e tutto il Consiglio Comunale affinché ci si attivi presso il Presidente della Regione e tutta la Giunta Regionale per chiedere che venga individuato un Centro di Riferimento per lo Studio della Fibromialgia e vengano avviati dei corsi di aggiornamento e preparazione per medici e sanitari al fine di garantire una migliore assistenza alle persone affette da questa sindrome.

Senza entrare in complicati dibattiti sanitari, di pura competenza medica, si chiede che sia individuato un Centro in cui ci si occupi della diagnosi e della predisposizione della cura alla Fibromialgia. Si tratta di un piccolissimo gesto, molto politico ma anche molto significativo che sensibilizzi l’opinione pubblica, ma soprattutto la Politica, su una questione che merita interventi concreti.

Condividi la pagina

Lascia un commento