20.9 C
San Gavino Monreale
lunedì, Luglio 6 2020

Rischio micosi in palestra e piscina: come proteggersi?

Da leggere

Ritrovato iPhone, si cerca il proprietario

In via Nurazzeddu a San Gavino Monreale, nella zona del poliambulatorio, è stato ritrovato un iPhone. Il proprietario,...

Diabetologia, un modulo da compilare per proseguire la battaglia al fianco dei pazienti

Un modulo PDF da inviare via mail alla ASSL di Sanluri, per diventare parte attiva della protesta contro lo spostamento del servizio...

Calcetto e sport da contatto, in Sardegna si riparte da oggi

Calcetto con gli amici? Da oggi si può anche in Sardegna. Con l'ordinanza 30 del 4 luglio 2020, infatti, il Presidente della...

Poste Italiane, anche in Sardegna importante contributo allo sviluppo economico e sociale

In Sardegna impiegate oltre 3200 risorse in maniera diretta nell’attività ordinaria. Nell’isola, con il solo progetto “Piccoli Comuni”, effettuati ad oggi oltre...

Palestre e piscine: hobby che accomunano migliaia di italiani, e che rappresentano un modo per divertirsi e per mantenersi in forma. Malauguratamente, però, questi luoghi sono vere e proprie rose ricche di spine: per via di una questione igienica, e per l’alto tasso di umidità, diventano l’habitat perfetto per la proliferazione di microorganismi come i funghi e i virus. Elementi che possono mettere a rischio la nostra salute, se non saremo abili nell’evitare il contatto con loro. Fra le varie problematiche portate da questi parassiti, troviamo ovviamente le micosi: malattie cutanee che causano l’infezione della pelle più temuta in termini estetici.

Rischio micosi in palestra e piscina: come proteggersi?
Rischio micosi in palestra e piscina: come proteggersi?

Cosa sono le micosi e come si curano?

Le micosi sono infezioni della pelle causate da organismi come i funghi, le muffe e i lieviti: possono affliggere diverse parti del nostro corpo (compresi l’inguine e i genitali) e ne esistono di diverse tipologie. Il rischio di contrarre queste infezioni nasce per via del potenziale contatto con individui che già ne soffrono, e con cose o con superfici che li ospitano. Il sintomo principale è la comparsa di sezioni di cute irritata e desquamata: solitamente dalla forma circolare, questa lesione dell’epidermide non è pericolosa per la salute, ma va comunque curata con attenzione. Per combattere le micosi e per far sparire questi sgradevoli inestetismi, è necessario ricorrere a dei farmaci specifici come ad esempio questo di Trosyd: una crema antimicotica per la pelle a base di tioconazolo, da applicare direttamente sulla zona interessata.

Come proteggersi dalle micosi in palestra?

Le palestre sono luoghi molto frequentati, e particolarmente umidi: l’igiene personale è quindi costantemente messa a rischio, soprattutto all’interno degli spogliatoi. Il primo consiglio per prevenire la micosi in palestra, dunque, è il seguente: mai mettere i piedi nudi a contatto con il pavimento, sia esso della sala o dello spogliatoio, perché potrebbe esporvi alla micosi plantare o a quella ungueale. Il secondo consiglio è di fare attenzione alle calzature da ginnastica: se sono troppo strette o composte da materiali sintetici che non fanno respirare il piede, favoriscono la sopravvivenza del fungo della micosi. Infine, è meglio usare una soletta assorbente e calzini esclusivamente di cotone.

Come proteggersi dalle micosi in piscina?

In piscina il pericolo maggiore è rappresentato dall’umidità, oltre che dal frequente contatto dei piedi scalzi con il pavimento. Usate sempre e comunque le infradito, specialmente quando entrate nelle docce, e assicuratevi di asciugarvi bene: quest’ultimo passaggio vi aiuterà a diminuire il grado di umidità che altrimenti ristagnerebbe sul vostro corpo. Concentratevi soprattutto su zone come ascelle, inguine e interstizi delle dita. È altrettanto importante capire come preservare la vostra igiene: usate solamente i vostri asciugamani o accappatoi, senza prestarli a nessuno, perché questa pessima abitudine è spesso il principale veicolo dell’infezione. Un’ultima cosa: tornati a casa, lavate i capi usati ad alte temperature magari aggiungendo un disinfettante per bucato.

Altri articoli

Ultime News

Ritrovato iPhone, si cerca il proprietario

In via Nurazzeddu a San Gavino Monreale, nella zona del poliambulatorio, è stato ritrovato un iPhone. Il proprietario,...

Diabetologia, un modulo da compilare per proseguire la battaglia al fianco dei pazienti

Un modulo PDF da inviare via mail alla ASSL di Sanluri, per diventare parte attiva della protesta contro lo spostamento del servizio...

Calcetto e sport da contatto, in Sardegna si riparte da oggi

Calcetto con gli amici? Da oggi si può anche in Sardegna. Con l'ordinanza 30 del 4 luglio 2020, infatti, il Presidente della...

Poste Italiane, anche in Sardegna importante contributo allo sviluppo economico e sociale

In Sardegna impiegate oltre 3200 risorse in maniera diretta nell’attività ordinaria. Nell’isola, con il solo progetto “Piccoli Comuni”, effettuati ad oggi oltre...

Raccolta abiti usati, le raccomandazioni della Caritas

Abiti usati, la Caritas Interparrocchiale - San Gavino Monreale ricorda alla cittadinanza le linee guida per la raccolta di solidarietà, operazione preziosissima ma...