14.1 C
San Gavino Monreale
martedì, 20 Ottobre 2020

Fascicolo sanitario elettronico, 15.000 attivati in un anno dalla Ats – Assl Sanluri

Da leggere

Confartigianato Sardegna: appello a imprese, lavoratori e cittadini per il rispetto delle norme anticontagio

Appello di Confartigianato Sardegna a imprese, lavoratori e cittadini per il rispetto delle norme anticontagio. Matzutzi e Serra: “Abbiate buonsenso e siate...

Coronavirus, in Lombardia i sindaci chiedono il “coprifuoco” dalle 23 alle 5 del mattino. Possibile anche in Sardegna?

Una proposta destinata a far discutere e che, a seconda dei numeri potrebbe essere ricalcata in altre regioni. In Lombardia da giovedì...

Una lotteria per finanziare Casa Lions e altre opere benefiche

ll Lions Club Villacidro Medio Campidano, in un momento così difficile per le problematiche dovute al Covid-19, ha programmato la raccolta fondi...

Bollettino di aggiornamento Covid-19: San Gavino Monreale 19.10.2020

Si comunicano i dati aggiornati alla data odierna 15 attualmente positivi (invariati da ieri) di cui...

Mettere in pratica l’innovazione digitale in sanità per avvicinare i cittadini al sistema sanitario regionale, utilizzando il fascicolo sanitario elettronico e la tessera sanitaria- carta dei servizi come strumenti di integrazione tra ospedale e territorio. Un lavoro capillare quello svolto dalla Ats – Assl di Sanluri che, promuovendo paese per paese l’attivazione del fascicolo sanitario elettronico (fse) tra i cittadini, ha fatto sì che dai 1.286 fascicoli sanitari elettronici attivati nella Assl di Sanluri al 31 gennaio 2017 si passasse a 14.827 fascicoli attivati al 31 gennaio 2018, dieci volte tanto il dato di partenza. E ancora, la percentuale di assistiti dalla Ats – Assl di Sanluri con fse attivo è passata dall’1,3 per cento del gennaio 2017 al 15,3 per cento dello stesso mese del 2018.

Fascicolo sanitario elettronico, 15.000 attivati in un anno dalla Ats - Assl Sanluri
Fascicolo sanitario elettronico, 15.000 attivati in un anno dalla Ats – Assl Sanluri

“Un risultato che premia il lavoro instancabile, minuzioso e sistematico svolto dagli operatori della nostra Azienda socio sanitaria locale nell’attivazione delle tessere sanitarie e dei fascicoli sanitari elettronici”, commenta Antonio Onnis,  direttore di Ats – Assl di Sanluri. “Abbiamo reso operativa e diffusa le rete dei punti di attivazione, coinvolgendo attivamente studenti e anziani, grazie a una serie di incontri di informazione-formazione organizzati di concerto con le istituzioni locali, con docenti e ragazzi degli Istituti di istruzione secondaria, con le Università della terza età e con le associazioni dei pazienti e loro familiari”. 

Grazie al fascicolo sanitario elettronico i cittadini possono effettuare la scelta del medico da una postazione informatica anziché dagli sportelli Ats, disporre dei documenti sanitari relativi ai servizi e prestazioni di cui hanno usufruito, rendere disponibile in tempo reale la propria documentazione sanitaria al medico curante. Dall’altra parte gli operatori sanitari possono condividere informazioni sanitarie nel rispetto della privacy: prescrizioni, referti, lettere di dimissione, schede di dimissione ospedaliera.

L’innovazione digitale in sanità è un progetto che la Regione Sardegna ha avviato dal 2005 con interventi sul sistema informativo sanitario per facilitare lo scambio di informazioni tra professionisti sanitari, rendere disponibili al cittadino servizi online, omogeneizzare i processi e documenti sanitari, supportare la programmazione sanitaria con cruscotti direzionali. La cabina di regia del progetto è composta dalla Ats – Assl di Sanluri, dal Servizio per i Sistemi informativi dell’assessorato regionale alla Sanità, dalla Società Sardegna IT in house alla Regione. Obiettivo: promuovere l’utilizzo dei sistemi di e-health da parte dei cittadini e degli operatori sanitari al fine di migliorare il servizio offerto e la qualità delle cure con uno strumento fondamentale rappresentato dal fascicolo sanitario elettronico.

L’ultimo risultato di rilievo raggiunto dalla Ats – Assl Sanluri è che, in seguito all’avvio nel mese di marzo 2018 dell’integrazione sui fascicoli anche dei referti di laboratorio, già dal primo mese il 20 per cento di tutti i referti di laboratorio prodotti è stato caricato in digitale. E questo proprio perché ci sono tanti fascicoli aperti.  Altro dato: i referti del pronto soccorso registrati sono passati dai 14 del maggio 2017 ai 229 di marzo 2018.

Altri articoli

Ultime News

Confartigianato Sardegna: appello a imprese, lavoratori e cittadini per il rispetto delle norme anticontagio

Appello di Confartigianato Sardegna a imprese, lavoratori e cittadini per il rispetto delle norme anticontagio. Matzutzi e Serra: “Abbiate buonsenso e siate...

Coronavirus, in Lombardia i sindaci chiedono il “coprifuoco” dalle 23 alle 5 del mattino. Possibile anche in Sardegna?

Una proposta destinata a far discutere e che, a seconda dei numeri potrebbe essere ricalcata in altre regioni. In Lombardia da giovedì...

Una lotteria per finanziare Casa Lions e altre opere benefiche

ll Lions Club Villacidro Medio Campidano, in un momento così difficile per le problematiche dovute al Covid-19, ha programmato la raccolta fondi...

Bollettino di aggiornamento Covid-19: San Gavino Monreale 19.10.2020

Si comunicano i dati aggiornati alla data odierna 15 attualmente positivi (invariati da ieri) di cui...

Laboratori di analisi, è scontro con la Regione. Stop ai servizi in regime di esenzione da ticket

I laboratori privati di analisi che in Sardegna garantivano prestazioni in regime di esenzione, a causa del raggiungimento...