23 C
San Gavino Monreale
domenica, 9 Agosto 2020

Un parcheggio al posto della “Casa dei combattenti”, polemiche in Consiglio Comunale

Da leggere

Stefania Secchi si dimette dal Consiglio Comunale

La consigliera Stefania Secchi, dopo 6 anni, lascia il Consiglio Comunale di San Gavino Monreale. A darne notizia, il...

7 agosto, data fatidica: c’è attesa per il progetto esecutivo del Nuovo Ospedale di San Gavino

Il conto alla rovescia è agli sgoccioli. Come affermato il 15 giugno da Sergio Pili, direttore dell'ospedale di San Gavino Monreale, il...

Il programma della Festa di Santa Chiara 2020

Un programma ben diverso da quello a cui siamo abituati, ma la Festa di Santa Chiara si farà anche in questo difficile...

Consiglio Comunale del 6 agosto 2020, la diretta streaming

La riunione di Consiglio Comunale, convocato in videoconferenza, per il giorno 06/08/2020 alle ore 19:30 CANALE YOUTUBE DEL COMUNE...

La “Casa dei combattenti” di via Diaz verrà probabilmente demolita per fare spazio a un parcheggio. Il Comune di San Gavino Monreale ha infatti stanziato circa 74.000 euro per la demolizione dell’edificio pericolante e per creare un’area destinata al posteggio auto (che andrebbe ad aggiungersi all’area tra via Santa Croce e via Cavour, acquisita dal Comune qualche anno fa e in attesa dei lavori).

Il rudere messo in sicurezza dal Comune
Il rudere messo in sicurezza dal Comune (foto archivio)

Il Consiglio Comunale ha trovato quasi tutti d’accordo, maggioranza e opposizione, l’unica voce fuori dal coro è stata quella della consigliera di minoranza Silvia Mamusa, che ha affidato ai social network la motivazione della sua scelta di astenersi dal voto.

Ritengo che, piuttosto che demolire, – ha scritto Silvia Mamusa sulla sua pagina Facebooksia importante preservare i beni storici della comunità con interventi di ripristino. Mi auguro che l’amministrazione possa modificare la programmazione degli interventi, il nostro è un comune con un importante calo demografico, pertanto non ritengo sia indispensabile la realizzazione di parcheggi dato che è presente un transito inferiore di cittadini che, tra l’altro, dovrebbero essere incentivati all’uso dei percorsi pedonali soprattutto in centro storico. Mi spiace constatare che nel tempo non si è tenuta in debita considerazione la salvaguardia della memoria storica come invece è accaduto in altri comuni.

Tra le proposte alternative, in attesa del parere della Soprintendenza all’Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Cagliari (che sancirà l’effettivo valore storico dell’edificio) c’è quella avanzata dal consigliere di minoranza Simone Angei, che ha suggerito l’installazione di una targa a memoria dell’antico edificio, protagonista di importanti pagine di storia sangavinese.

Altri articoli

Ultime News

Stefania Secchi si dimette dal Consiglio Comunale

La consigliera Stefania Secchi, dopo 6 anni, lascia il Consiglio Comunale di San Gavino Monreale. A darne notizia, il...

7 agosto, data fatidica: c’è attesa per il progetto esecutivo del Nuovo Ospedale di San Gavino

Il conto alla rovescia è agli sgoccioli. Come affermato il 15 giugno da Sergio Pili, direttore dell'ospedale di San Gavino Monreale, il...

Il programma della Festa di Santa Chiara 2020

Un programma ben diverso da quello a cui siamo abituati, ma la Festa di Santa Chiara si farà anche in questo difficile...

Consiglio Comunale del 6 agosto 2020, la diretta streaming

La riunione di Consiglio Comunale, convocato in videoconferenza, per il giorno 06/08/2020 alle ore 19:30 CANALE YOUTUBE DEL COMUNE...

San Gavino, una galleria per unire stazione e area bus

Mettere in sicurezza i viaggiatori nel percorso pedonale dal treno al pullman e viceversa. Ma anche la modernizzazione e l'ampliamento del terzo...