10.5 C
San Gavino Monreale
giovedì, Aprile 2 2020

Convento, un fantastico murale con i cartoni animati

Da leggere

Coronavirus, come smaltire i rifiuti domestici

L'emergenza coronavirus sta cambiando tante piccole abitudini quotidiane. Oggi vi proponiamo, dopo aver ricevuto alcune domande in merito, una guida pratica dell'Istituto...

Il Sindaco Carlo Tomasi su San Gavino Monreale . Net

In esclusiva per il sito San Gavino Monreale . Net, le risposte del Sindaco Carlo Tomasi alle nostre domande in questi giorni...

“Grande Raccolta Fondi per l’Ospedale di San Gavino”: 25.356 € dopo 9 giorni

Dopo 9 giorni la Grande Raccolta Fondi per l'Ospedale di San Gavino ha raggiunto la cifra di 25.356 euro grazie alla donazione...

Coronavirus, bollettino a San Gavino Monreale al 1 aprile 2020

Il Comune di San Gavino Monreale ha aggiornato il "bollettino" con tutte le informazioni sui casi di contagi da Covid-19 nel nostro...

Se la coltivazione dello zafferano e la fonderia in passato hanno reso famosa San Gavino Monreale anche al di fuori dei confini regionali, da alcuni anni è la street art a rendere il nostro paese chiacchieratissimo in tutta Italia.

Il movimento artistico, esploso nel 2014 con il primo murale promosso dall’Associazione Culturale Skizzo e realizzato da Giorgio Casu, ha colorato tantissimi muri e contribuisce attivamente alla riqualificazione urbana (e sociale) del paese. L’iniziativa si è poi estesa ad altri artisti, gruppi e associazioni, che hanno voluto contribuire alla causa del muralismo creando nuove opere.

L’ultima opera d’arte, infatti, è stata collettiva: una vera e propria immersione nel mondo dei cartoni accanto al convento di Santa Lucia, realizzata grazie al lavoro di oltre trecento tra artisti e giovani dell’Oratorio Interparrocchiale che hanno voluto contribuire al murale voluto da Don Massimo Cabua.

Dai robottoni (Mazinga Z e Goldrake), passando per gli eroi Goku e Rufy, fino alle icone degli anni ’80 come Lady Oscar e Capitan Harlock, senza dimenticare i personaggi dell’iconografia cinematografica disneyana come il giovane Artù de La spada nella roccia e i simpatici animali antropomorfi de Il re leone, il murale collettivo di San Gavino parla il linguaggio di anime e cartoon, comunicando – mediante immagini e parole – messaggi universali di speranza, amicizia e rispetto.

Il murale di San Gavino è stato inaugurato sabato 26 ottobre alla presenza di Clara Serina, ex voce de I Cavalieri del Re, che si è esibita in un concerto in cui ha cantato alcune delle più famose sigle TV dei cartoni animati trasmessi in Italia durante gli anni ’80.

Ecco una carrellata di immagini e parole dal Convento!

Articolo precedenteLa Monreal Soccorso compie tre anni
Articolo successivoTrigu e Murales

Altri articoli

Ultime News

Coronavirus, come smaltire i rifiuti domestici

L'emergenza coronavirus sta cambiando tante piccole abitudini quotidiane. Oggi vi proponiamo, dopo aver ricevuto alcune domande in merito, una guida pratica dell'Istituto...

Il Sindaco Carlo Tomasi su San Gavino Monreale . Net

In esclusiva per il sito San Gavino Monreale . Net, le risposte del Sindaco Carlo Tomasi alle nostre domande in questi giorni...

“Grande Raccolta Fondi per l’Ospedale di San Gavino”: 25.356 € dopo 9 giorni

Dopo 9 giorni la Grande Raccolta Fondi per l'Ospedale di San Gavino ha raggiunto la cifra di 25.356 euro grazie alla donazione...

Coronavirus, bollettino a San Gavino Monreale al 1 aprile 2020

Il Comune di San Gavino Monreale ha aggiornato il "bollettino" con tutte le informazioni sui casi di contagi da Covid-19 nel nostro...

Coronavirus in Sardegna: i casi totali passano da 722 a 745 rispetto a ieri

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...