21.2 C
San Gavino Monreale
mercoledì, 23 Giugno 2021

Gonnosfanadiga, la commemorazione per i caduti del 17 febbraio 1943

Emergenza sanitaria

Cerimonia di commemorazione della incursione aerea avvenuta a Gonnosfanadiga il 17 febbraio 1943.

La cerimonia si terrà il prossimo 17 febbraio e avrà inizio alle ore 10 con la messa presso la chiesa parrocchiale del Sacro Cuore, a seguire ci sarà la deposizione della corona in piazza 17 febbraio in ricordo dei 118 caduti vittime del bombardamento.

La cerimonia sarà accompagnata dalla Banda Musicale della Brigata Sassari e subito dopo si terrà il discorso del sindaco della cittadina Fausto Orrù.

Dopo la cerimonia ci sarà in un breve incontro conviviale fino alle 14:45 quando nel paese riecheggerà l’allarme anti aereo che venne attivato a Gonnosfanadiga proprio nei giorni successivi al bombardamento.

Programma del 17 Febbraio 2020

ore 10:00 Santa Messa chiesa Sacro Cuore. Aa seguire deposizione della corona in memoria dei caduti del 17 febbraio 1943.
subito dopo discorso del sindaco e ascolto di brevi testimonianze
ore 14:45 diffusione allarme aero a ricordo dei bombardamenti su Gonnosfanadiga

Breve storia dell’evento
Il 17 febbraio 1943 gli aerei americani bombardarono Gonnosfanadiga e sganciarono delle bombe in alcuni punti del paese, in via Porru Bonelli (il “rettifilo”), la strada principale, via Guglielmo Marconi e via Cagliari.

Le conseguenze furono disastrose: le bombe seminarono una violentissima grandine di schegge metalliche che crivellarono muri, portoni, cancelli, e colpirono la popolazione. Morirono 118 persone e 98 furono gravemente ferite, con terribili mutilazioni, soprattutto tra donne e bambini. I cittadini furono presi alla sprovvista: perché Gonnosfanadiga fu bombardata non essendo un punto strategico ma una tranquillo paesino?

Gli americani si giustificarono dicendo che dall’alto il paese fu scambiato per una base militare e via Porru Bonelli, completamente rettilinea, una pista di atterraggio per aerei.

In realtà il 17 febbraio 1943 Gonnosfanadiga assaporava la prima giornata serena e quasi primaverile dopo lunghe piogge che imperversavano sul paese dalla metà di Gennaio.

- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -

Ultime News