28 C
San Gavino Monreale
sabato, 24 Luglio 2021

Coronavirus e Ospedali, la preoccupazione dei talassemici sardi

Emergenza sanitaria

In un comunicato inviato a tutti i mezzi di informazione dell’Isola, i talassemici sardi – mediante l’associazione Thalassa Azione Onlus – esprimono tutta la loro preoccupazione per l’evolversi della situazione in seguito all’epidemia causata dal COVID-19.

Ecco il comunicato con il quale chiedono maggiore chiarezza e sicurezza in tutti gli ospedali della Sardegna.

“Capiamo il momento difficile dell’emergenza sanitaria nell’Isola, ma non possiamo non dirci fortemente preoccupati per la mancanza di uniformità che si riscontra nei vari ospedali in cui sono in cura le persone con talassemia.

Si passa da ospedali virtuosi in cui vengono attivate zone di pre-triage per l’ingresso in reparto e gli operatori indossano le mascherine, ad altri dove l’ingresso è senza controlli, mancano le mascherine e viene minimizzata l’importanza dell’uso delle stesse.

Chiediamo l’intervento dell’Assessore alla Sanità per garantire lo stesso livello di sicurezza a tutte le persone con talassemia nell’Isola, le quali non possono fare a meno di recarsi negli ospedali per svolgere le terapie trasfusionali salvavita, frequentando quindi gli ambienti ospedalieri per diverse ore.

Chiediamo alla popolazione di rispettare, come noi, le norme previste dal DPCM “Io resto a casa” per prevenire la diffusione del COVID-19 e salvaguardare tutti, in particolare le categorie più a rischio come la nostra. E alle persone in buona salute chiediamo che non cessino di far mancare il loro sostegno andando regolarmente a donare il sangue, farmaco salvavita insostituibile e non riproducibile in laboratorio, nella totale sicurezza garantita dai Centri di Raccolta.”

Il Direttivo, i Responsabili dei Comitati e i Referenti
di Thalassa Azione Onlus APS

- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -

Ultime News