11.8 C
San Gavino Monreale
domenica, 28 Novembre 2021

Coronavirus, non c’è il divieto di passeggiata, ma un invito a non uscire

Emergenza sanitaria

È la domanda più gettonata degli ultimi giorni. “Posso uscire a fare una passeggiata?” è quello che ci chiedono (e si chiedono) tantissime persone in questi giorni di “quarantena parziale forzata” per un popolo intero.

La risposta arriva direttamente dal Viminale, che conferma: “Chi esce da casa per prendere aria e allentare la tensione, per raggiungere il tabaccaio e acquistare le sigarette, per consentire al cane di fare i bisogni, non è passibile di sanzione”.

Anche la Protezione Civile, interpellata, ha spiegato che non esiste un “divieto di passeggiata”, ma un forte invito a restare a casa, che noi raccogliamo e invitiamo tutti a rispettare il più possibile. Insomma, si deve evitare di uscire senza motivi di “urgenza”, ma non è vietato per legge.

Il dubbio nasce dal momento che nel vademecum ministeriale per il Coronavirus si esplicita: “Non si può uscire di casa se non per validi motivi”. E i validi motivi sono quattro: lavoro, necessità (spesa o farmacia), salute e rientro al proprio domicilio. Tuttavia, si dice in maniera chiara che non esiste un divieto di fare ginnastica all’aperto: “Lo sport e le attività motorie svolte negli spazi aperti sono ammessi nel rispetto della distanza interpersonale di un metro. In ogni caso bisogna evitare assembramenti”.

Sarebbe un controsenso autorizzare una corsa – che comporta sudorazione – e vietare una passeggiata. Con l’ultimo decreto dell’11 Marzo, tabacchi, ferramenta e altri artigiani restano aperti e, quindi, anche in questo caso sarebbe contraddittorio mantenere in attività questi negozi per non consentire, poi, di raggiungerli.

In tutti i casi bisogna sempre portare sempre con sé l’autocertificazione che indica lo spostamento che si sta effettuando: da quale luogo si proviene a quale luogo si è diretti. Deve averla con sé anche chi va a piedi. Se una persona ne è sprovvista, tutte le forze di polizia hanno il foglio da consegnare all’interessato, che lo compilerà sul posto.

- Pubblicità -
- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -

Ultime News