15.8 C
San Gavino Monreale
venerdì, 30 Ottobre 2020

Coronavirus. Alcuni chiarimenti utili a San Gavino Monreale e al Medio Campidano

Emergenza sanitaria

San Gavino Monreale, da lunedì ripartono i prelievi in via Nurazzeddu

Si comunica che a partire da lunedì 2 novembre 2020 saranno riattivati i prelievi ematici per l'esecuzione di esami di laboratorio a...

Coronavirus, 29 ottobre: i dati dei contagi (+282) e dei guariti (+36) nelle ultime 24 ore

Aumentano ancora i positivi al Covid-19 in Sardegna. Non conosce tregua l'ondata del Coronavirus nella nostra Isola. I dati dell'unità di crisi...

Nuoro, un ospedale da campo per i pazienti Covid. E le alternative?

A Nuoro un ospedale da campo per i pazienti Covid! In queste ore si sta concludendo la costruzione di...

Coronavirus, 28 ottobre: nuovo record di contagi in Sardegna, +362 nelle ultime 24 ore

Continua a salire il numero dei positivi al Covid-19 nella nostra Isola. Nelle ultime 24 ore si sono registrati infatti 362 nuovi...

Coronavirus, 27 ottobre: salgono i contagi in Sardegna, +174 nelle ultime 24 ore

Sono 174 i nuovi positivi in Sardegna nelle ultime 24 ore. Il bollettino della Protezione Civile di oggi 27 ottobre 2020 continua...

Sulla base del cosiddetto “piano in quattro fasi” previsto dalla Regione Sardegna, l’Ospedale “N.S. di Bonaria” di San Gavino Monreale non rientrerebbe tra le strutture ospedaliere previste ad accogliere i ricoveri con sintomi legati al coronavirus ma sarà destinato alla cura di altre patologie (rimandiamo per dettagli all’articolo sull’Unione Sarda, che riporta nel dettaglio le “quattro fasi” e la suddivisione delle strutture ospedaliere in base a compiti specifici e numero di posti).

In altre parole, tutti coloro che accusano i sintomi del Covid-19 e che richiedono ospedalizzazione nell’area del Medio Campidano verranno sistematicamente trasportati altrove, con ogni probabilità al SS. Trinità di Cagliari che ha attualmente un reparto dedicato ai casi di coronavirus.

È stata predisposta, ma al momento non ancora attiva, al di fuori del Pronto Soccorso di San Gavino, la tenda pre-triage per accogliere e analizzare i casi sospetti. Ci auguriamo che sia operativa al più presto, per evitare ulteriori spiacevoli situazioni che comporterebbero, come è appena successo, la chiusura temporanea del Pronto Soccorso al fine di sanare i locali e renderli nuovamente fruibili in seguito al contatto avvenuto con un paziente sospettato di essere affetto dal contagio.

La popolazione non soltanto sangavinese, ma di tutto il bacino del Medio Campidano, è invitata a tenere a mente i seguenti punti, essenziali per prevenire la diffusione fuori controllo del contagio:

– Si tratta di un virus NUOVO, per cui nessuno di noi possiede gli anticorpi e tutti sono ugualmente soggetti al contagio.

– Si tratta di un virus simile a quelli influenzali che conosciamo, che presenta un ampio spettro di sintomi, da quelli lievi e trascurabili fino a quelli più gravi che richiedono il ricovero e possono condurre, in alcuni casi, anche al decesso.

– Proprio per la possibilità che un gran numero di persone sia contagiata e, in quanto tale, CONTAGIOSA senza tuttavia mostrare i sintomi, si invita la popolazione a INDOSSARE LA MASCHERINA per tutelare non tanto se stessi, quanto gli altri, nel momento in cui si esce – per motivi strettamente necessari – e ci si reca in luoghi frequentati da altri.

Restare in casa non significa soltanto proteggere se stessi dal contagio, ma collaborare con tutti coloro che sono e che saranno impegnati nelle prossime settimane a combattere questa epidemia (medici, infermieri, personale oss in primis), rendersi cioè tutti partecipi di una comune azione di contenimento alla diffusione del virus.

Qualora abbiate i sintomi influenzali e nutriate sospetto di contagio, ribadiamo la raccomandazione di non recarvi al pronto soccorso, ma contattate prima il personale medico telefonicamente.

Coronavirus - Numeri utili per le emergenze

Ultimo punto: state tranquilli, godetevi la vostra famiglia, curate il giardino, assecondate i vostri hobby (in casa!!!) e cercate di apprezzare con serenità i piccoli lati positivi che questo forzato isolamento può comportare, lasciando da parte, per quanto possibile, ansie e preoccupazioni che non fanno certo bene al sistema immunitario! Ne avremo per molto, ma questa è un’ottima occasione per imparare a vivere in modo diverso, forse migliore…

La.F.

Articoli correlati

Ultime News

Olio extravergine, i cambiamenti climatici dimezzano le produzioni sarde

Per la stagione in corso si stima un – 45% ma l’olio sarà di altissima qualità. Sarà ancora il...

Bollettino di aggiornamento Covid-19: San Gavino Monreale 29.10.2020

Si comunicano i dati aggiornati alla data odierna:• 28 attualmente positivi (numero invariato da ieri) di cui 27 in isolamento domiciliare e 1 ricoverato...

San Gavino Monreale, da lunedì ripartono i prelievi in via Nurazzeddu

Si comunica che a partire da lunedì 2 novembre 2020 saranno riattivati i prelievi ematici per l'esecuzione di esami di laboratorio a...

Coronavirus, 29 ottobre: i dati dei contagi (+282) e dei guariti (+36) nelle ultime 24 ore

Aumentano ancora i positivi al Covid-19 in Sardegna. Non conosce tregua l'ondata del Coronavirus nella nostra Isola. I dati dell'unità di crisi...