25.9 C
San Gavino Monreale
martedì, 27 Luglio 2021

Stato di emergenza in Sardegna sino al 31 luglio. Cosa significa?

Emergenza sanitaria

La dichiarazione di stato di emergenza è esclusivamente finalizzata ad assicurare una maggiore autonomia e allo snellimento delle procedure di azione sul territorio, e non ha alcuna attinenza con nuove restrizioni che allo stato attuale non sono in programma.”

Questo il primo chiarimento della Regione al comunicato stampa in cui il Presidente Solinas ha dichiarato lo stato di emergenza in Sardegna sino al 31 luglio che ha scatenato reazioni e sollevato interrogativi in tutta l’Isola.

Il messaggio della Regione non è risultato di semplice interpretazione ai non addetti ai lavori, che hanno interpretato la “dichiarazione di stato di emergenza” come un prolungamento delle restrizioni alla mobilità e alle attività turistiche e commerciali.

Tutt’altro: come si legge nel comunicato, significa che verranno attivate una serie di procedure che permetteranno di prendere decisioni operative in temi rapidi e di snellire la burocrazia da qui al 31 luglio 2020. In questo modo la Regione Autonoma della Saredegna non dovrà prorogare di volta in volta lo stato di emergenza, qualora la situazione lo richieda. Un effetto immediato sarà ad esempio che tutti i Centri Operativi Comunali sardi saranno potenziati e si dovranno coordinare in modo più rapido con la Protezione Civile.

Al momento, al netto di ulteriori ordinanze regionali, rimangono attive tute le restrizioni previste nel Decreto #iorestoacasa di cui tanto abbiamo parlato nei giorni scorsi. Nelle prossime settimane, in base ai dati sulla diffusione del virus, verranno stabilite le decisioni da prendere a livello regionale (sperando che non siano necessarie ulteriori misure).

Se quindi non vogliamo rischiare di trovarci in una situazione in cui la Regione Sardegna sia costretta a prolungare il nostro “isolamento”, l’unica soluzione realmente funzionante è quella di restare a casa il più possibile e di rispettare le direttive Ministeriali (e quelle regionali e/o comunali che definiscono ulteriori regolamenti di zona).

- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -

Ultime News