17.2 C
San Gavino Monreale
lunedì, 30 Marzo 2020

Coronavirus, a San Gavino Monreale stretta su sport, passeggiate, cani e seconde case

Da leggere

Coronavirus in Sardegna: i casi totali passano da 638 a 682 rispetto a ieri

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Coronavirus, ordinanza per la sospensione di tutti i servizi di assistenza domiciliare

Nuove disposizioni del Comune di San Gavino Monreale, all'indomani dei nuovi casi di positività ai tamponi per il coronavirus. Abbiamo estratto dall'Ordinanza...

Gruppo misto, massima disponibilità verso l’apertura della maggioranza

Stamattina abbiamo pubblicato una comunicazione firmata dalla maggioranza consiliare. Ecco la risposta firmata dai due consiglieri del gruppo misto, che rispondono all'apertura...

San Gavino Monreale, “staffetta del cuore” per un defibrillatore

"Spiacenti, siamo chiusi e forse riapriamo tra due settimane". Immaginate cosa può passare nella mente di una madre che si sente rispondere...

Una nuova ordinanza che irrigidisce le regole di contenimento del contagio da Coronavirus e mette fine alle discussioni su una lunga serie di argomenti. Un vigoroso giro di vite su sport e attività all’aperto, compresa corsa e passeggiate con i cani (limitati a una distanza di 100 metri dall’abitazione), oltre a una stretta sulle seconde case e sui distributori automatici. Nuove disposizioni anche per i commercianti.

Ecco il dettaglio delle nuove disposizioni dell’ordinanza n.11 del 21 marzo 2020.

In attuazione dei DPCM citati in premessa e dell’ordinanza del Ministero della Salute del 20 marzo 2020, al fine di implementare le misure di contrasto e contenimento del diffondersi del virus COVID-19 con decorrenza immediata e in via precauzionale sino al 3 aprile 2020:

  • è vietata, la sosta e la permanenza di persone all’interno di piazze e spazi pubblici, delimitati o non delimitati con recinzioni e/o cancelli, quali Piazza Marconi, Piazzetta Mercato, Piazza Resistenza, Piazza Battisti, parcheggio Via Po, Piazza del Convento, parcheggio Via Piave, Piazzetta Via Trento angolo Via Milano, Piazza Salvo d’Acquisto, Piazza Gramsci, Piazza Tedde, Piazza Mameli, Piazza Risorgimento, Piazza Santa Teresa, parcheggio fronte ospedale, parcheggio stazione ferroviaria e simili;
  • non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto su spazi e vie pubbliche;
  • l’attività motoria all’aperto è consentita purché svolta individualmente, in prossimità’ della propria abitazione entro la distanza di mt. 100 dalla suddetta abitazione e comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona;
  • è vietato, per i cittadini proprietari di giardino annesso alla propria abitazione, passeggiare con animali domestici; per i cittadini che non dispongono di giardino è consentito il passeggio con gli animali domestici solo nelle aree in prossimità della propria abitazione, entro la distanza di mt. 100 e in ogni caso solo per situazioni di estrema necessità;
  • sono chiusi gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, posti all’interno della stazione ferroviaria, nonché nelle aree di servizio e rifornimento carburante;
  • restano aperti quelli siti nell’ospedale, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro;
  • nei giorni festivi e prefestivi, nonché in quegli altri che immediatamente precedono o seguono tali giorni, è vietato ogni spostamento verso abitazioni diverse da quella principale, comprese le seconde case, anche utilizzate per vacanza, i fabbricati non residenziali posti nell’agro, con conseguente divieto di praticare attività hobbistica di cura di orti e giardini fuori dal proprio domicilio; restano consentiti solo gli approvvigionamenti di cibo agli animali detenuti nelle località campestri, da attuarsi prioritariamente da soggetti d’età inferiore ai 67 anni;
  • obbligo per le attività commerciali di intraprendere tutte le iniziative volte a disincentivare la vendita di piccoli quantitativi di prodotti ripetutamente acquistati, nel corso delle giornate, dagli stessi individui;
  • obbligo d’utilizzo per tutti gli esercenti attività aperte al pubblico dei dispositivi di sicurezza personale e degli strumenti necessari a impedire la possibile diffusione del virus durante la manipolazione degli alimenti sfusi (pinze, guanti monouso ecc.);
  • obbligo per tutti gli artigiani, i commercianti, i volontari che effettuano manutenzioni, consegne o servizi a domicilio di indossare i dispositivi di sicurezza.

Sono incaricati della esecuzione della presente ordinanza, la polizia locale e le Forze dell’Ordine.

Altri articoli

Ultime News

Coronavirus in Sardegna: i casi totali passano da 638 a 682 rispetto a ieri

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Coronavirus, ordinanza per la sospensione di tutti i servizi di assistenza domiciliare

Nuove disposizioni del Comune di San Gavino Monreale, all'indomani dei nuovi casi di positività ai tamponi per il coronavirus. Abbiamo estratto dall'Ordinanza...

Gruppo misto, massima disponibilità verso l’apertura della maggioranza

Stamattina abbiamo pubblicato una comunicazione firmata dalla maggioranza consiliare. Ecco la risposta firmata dai due consiglieri del gruppo misto, che rispondono all'apertura...

San Gavino Monreale, “staffetta del cuore” per un defibrillatore

"Spiacenti, siamo chiusi e forse riapriamo tra due settimane". Immaginate cosa può passare nella mente di una madre che si sente rispondere...

Maggioranza, dal Comune un invito alla collaborazione attiva

Riportiamo integralmente una comunicazione firmata dalla maggioranza in seno al consiglio comunale di San Gavino Monreale.