21.4 C
San Gavino Monreale
martedì, Giugno 2 2020

Coronavirus, in Sardegna picco di contagi nelle prime due settimane di aprile?

Da leggere

Anche i sindacati dicono NO al trasferimento di diabetologia dall’Ospedale di San Gavino

I sindacati del Medio Campidano si schierano al fianco dei cittadini, nella battaglia per scongiurare il trasferimento dell’Unità Operativa Complessa di Diabetologia...

AVIS San Gavino, il Covid-19 non blocca le donazioni di sangue

Nonostante il lockdown dei mesi scorsi l’AVIS di San Gavino registra solo una piccola flessione delle donazioni di sangue nei primi cinque...

Terza vittima per Coronavirus, il comunicato di cordoglio dell’Amministrazione Comunale

La più brutta delle notizie, legata all'emergenza Covid-19, colpisce ancora una volta San Gavino Monreale. Purtroppo dobbiamo darvi la notizia del decesso...

Coronavirus in Sardegna: da 3 giorni zero contagi

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Il numero di contagiati dal coronavirus in Sardegna è in crescita soprattutto a causa dei focolai negli ospedali e nelle case di riposo, e secondo gli esperti potrebbe essere molto vicina la data del possibile “picco”. Secondo alcuni modelli matematici, il “picco massimo dei contagi contemporanei” in Sardegna dovrebbe nelle prime due settimane di aprile, mentre negli stessi giorni, soprattutto al Nord, la percentuale dei positivi dovrebbe iniziare invece a calare.

Questo farebbe entrare la Sanità della Regione Sardegna nella cosiddetta Fase 3. Mentre la Fase 1 prevedeva 18 posti letto Covid-19 e la Fase 2 saliva a ben 220 (ora i ricoverati sono circa 140), le previsioni lasciano intendere che potrebbero servirne fino a 485 nei prossimi quindici giorni.

Nella Fase 3 gli ospedali Covid-19 passano da 4 (Santissima Trinità di Cagliari, Santissima Annunziata a Sassari, San Francesco a Nuoro, Mater Olbia) a 6 (con l’aggiunta delle strutture Policlinico Sassarese e Città di Quartu), che secondo il governatore Christian Solinas garantirebbero una «strategia di integrazione fra pubblico e privato, per evitare che gli ospedali ritornino a finire sotto pressione com’è accaduto all’inizio dell’emergenza».

A parte i post letto, potenziate anche le postazioni di terapia intensiva: si parla di circa 50 posti letto in più.

La Fase 3 quindi identifica e delimita quella che viene definito il preludio a una “apocalisse sanitaria”, ipotizzando in totale 485 posti letto per i contagiati gravi, con questa distribuzione: 170 nella macro area del Nord e 316 nel Sud Sardegna.

Il Piano straordinario della Regione Sardegna prevede anche una Fase 4, ma senza indicare un numero massimo di posti letto necessari, perché quello si tratterebbe di uno scenario catastrofico che porterebbe al collasso la sanità sarda. E che tutti si augurano di vedere scongiurata.

Altri articoli

Ultime News

Anche i sindacati dicono NO al trasferimento di diabetologia dall’Ospedale di San Gavino

I sindacati del Medio Campidano si schierano al fianco dei cittadini, nella battaglia per scongiurare il trasferimento dell’Unità Operativa Complessa di Diabetologia...

AVIS San Gavino, il Covid-19 non blocca le donazioni di sangue

Nonostante il lockdown dei mesi scorsi l’AVIS di San Gavino registra solo una piccola flessione delle donazioni di sangue nei primi cinque...

Terza vittima per Coronavirus, il comunicato di cordoglio dell’Amministrazione Comunale

La più brutta delle notizie, legata all'emergenza Covid-19, colpisce ancora una volta San Gavino Monreale. Purtroppo dobbiamo darvi la notizia del decesso...

Coronavirus in Sardegna: da 3 giorni zero contagi

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Inciviltà e abuso di alcolici, due facce della stessa medaglia

Da più fonti, nelle ultime ore, abbiamo ricevuto segnalazioni di lattine e bottiglie abbandonate nei parchi di San Gavino Monreale. Talvolta accanto...