14.6 C
San Gavino Monreale
venerdì, Maggio 29 2020

Deiola si racconta: mi diverto ai fornelli, i tifosi restino in casa

Da leggere

Coronavirus in Sardegna: solo 200 positivi in tutta l’isola, 2 persone ancora in terapia intensiva

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Coronavirus, bollettino a San Gavino Monreale del 28 Maggio 2020

Il Comune di San Gavino Monreale ha aggiornato il "bollettino" con tutte le informazioni sui casi di contagi da Covid-19 nel nostro...

Trasferimento del Centro di Diabetologia a Sanluri? È rivolta sul web

Il popolo della rete dice no al trasferimento del Servizio Territoriale di Diabetologia, che dall'Ospedale di San Gavino, parrebbe in procinto di...

Smarrito gattino in via Nurazzeddu

A San Gavino Monreale, nella notte tra lunedì 25 e martedì 26 maggio, si è smarrito un gattino maschio di tre mesi,...

LECCE – Giunto in giallorosso nella sessione invernale di calciomercato, è divenuto subito uno degli inamovibili del centrocampo di mister Fabio Liverani, che due giorni dopo il suo arrivo lo schierò subito titolare. Un giocatore di quantità e “di gamba”, un corridore instancabile: il quarto calciatore che corre di più in Serie A, stando alle statistiche della Lega Calcio.

Alessandro Deiola, 24 anni, di San Gavino Monreale (comune sardo noto per lo zafferano), ha collezionato sinora 8 presenze in campionato con la maglia del Lecce ed un gol, importantissimo non soltanto per sé – primo in A – ma anche per la squadra. Sua, infatti, è stata la rete dell’1 a 0 che spianò la strada verso la prima vittoria casalinga in campionato dei salentini: al Via del Mare, contro il Torino finì 4 a 0. «In attesa della ripresa del campionato, trascorro la quarantena a Lecce con moglie e figlia – racconta Deiola – prima ero molto preoccupato, ora vivo la situazione in un modo più tranquillo, perché sembra che pian piano si stia risolvendo e, pertanto, tutto si affronta diversamente».

«La cosa che mi manca di più in questo periodo – riprende – è correre su quel terreno verde e lottare insieme ai miei compagni. Abbiamo dimostrato di potercela giocare a viso aperto con tutti ed è questa la forza per raggiungere la salvezza. Il mister ti mette nelle condizioni di tirare fuori il meglio di te».

Come i suoi compagni, Deiola si allena in casa e segue una dieta personalizzata per cercare di mantenere la forma, dedicandosi per il resto della giornata alla sua famiglia, calandosi a tempo pieno nelle vesti di marito e papà. Ogni tanto si cimenta anche in cucina, ma con risultati poco incoraggianti: «Ai fornelli me la cavo un po’, ma quando preparo i dolci – specie se al primo tentativo – sono solo da buttare».

Anche il 14 giallorosso è convinto che le prescrizioni possano aiutare l’Italia ad uscire dall’incubo Covid-19: «Ora più che mai – racconta ai suoi tifosi – è importante seguire le regole e stare in casa, affinché si possa presto tornare a gioire e lottare tutti insieme».

Claudio Tadicini
Fonte: Corriere del Mezzogiorno – ed. Puglia e Basilicata
Foto: www.calciolecce.it

Altri articoli

Ultime News

Coronavirus in Sardegna: solo 200 positivi in tutta l’isola, 2 persone ancora in terapia intensiva

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Coronavirus, bollettino a San Gavino Monreale del 28 Maggio 2020

Il Comune di San Gavino Monreale ha aggiornato il "bollettino" con tutte le informazioni sui casi di contagi da Covid-19 nel nostro...

Trasferimento del Centro di Diabetologia a Sanluri? È rivolta sul web

Il popolo della rete dice no al trasferimento del Servizio Territoriale di Diabetologia, che dall'Ospedale di San Gavino, parrebbe in procinto di...

Smarrito gattino in via Nurazzeddu

A San Gavino Monreale, nella notte tra lunedì 25 e martedì 26 maggio, si è smarrito un gattino maschio di tre mesi,...

“Missione compiuta e obiettivo centrato”, il Nuovo Cammino parla della Grande Raccolta Fondi

La “Grande Raccolta Fondi per l’Ospedale di San Gavino” Missione compiuta e obiettivo centrato L’iniziativa ha...