12.6 C
San Gavino Monreale
sabato, 17 Aprile 2021

San Gavino Monreale, perché i positivi non guariscono?

Emergenza sanitaria

Il Comune di San Gavino Monreale ogni giorno rilascia un “bollettino” con tutte le informazioni sui casi di contagi da Covid-19 nel nostro territorio, che noi riproponiamo.

Dal 5 aprile, il conteggio dei positivi è fermo a 9 persone (di cui 8 in isolamento domiciliare, e 1 ricoverata). La domanda più frequente a commento dei bollettini è “ma come mai i positivi non guariscono?” e la risposta è più semplice di quello che può sembrare.

Il grafico seguente illustra con la linea blu la situazione giorno per giorno dei contagi attuali (ossia le persone attualmente positive) e delle persone in quarantena e/o isolamento fiduciario, con la linea rossa.

Considerando che l’incubazione del Covid-19 può durare dai 7 ai 14 giorni, e il tempo di degenza medio è di circa 20 giorni (ma ci sono casi di persone rimaste sintomatiche per 4-5 settimane), il conto è presto fatto. Dal 5 aprile al 15 aprile sono passati solo 10 giorni, pochi per avere una diagnosi di “guarigione” certa.

Finché ci sono anche sintomi lievi (tosse, secrezioni nasali, etc) si è probabilmente ancora contagiosi, per cui il tampone non viene effettuato (anzi, i tamponi, ne servono due). Si rischierebbe di ottenere una “leggera positività”, e quindi sarebbe necessario ripetere il test a distanza di giorni (con uno spreco di tamponi e reagenti, beni preziosi in questo momento).

Il contagio viene escluso con una certa ragionevolezza nel momento in cui uno non c’è più infezione nei secreti nasali. La certezza può essere dato sol dal doppio tampone negativo a distanza di 24 ore.

Per questo motivo, è ancora presto per vedere decrescere la “linea blu” del nostro grafico, che ci auguriamo possa diventare pari a zero nel più breve tempo possibile.

- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -

Ultime News