11.8 C
San Gavino Monreale
lunedì, 12 Aprile 2021

Coronavirus, al via la Fase 2: dal 4 maggio si potranno incontrare i familiari

Emergenza sanitaria

Dal 4 maggio 2020 si potranno incontrare nuovamente i familiari più stretti (anche anziani, ma indossando la mascherina e senza assembramenti) e si potrà riprendere a svolgere attività motoria (anche a distanza). Non è un liberi tutti, ma un allentamento delle misure restrittive, in ottica di valutazione della curva dei contagi delle prossime settimane. Resta necessaria l’autocertificazione, anche se differente dalle precedenti.

Queste alcune novità annunciate oggi da Giuseppe Conte, che risponde ad alcuni interrogativi, ma in attesa del DPCM lascia anche aperte tante domande.

Ecco i passaggi salienti del discorso del Presidente del Consiglio, estrapolati dal sito dell’Agenzia Ansa.

Inizia la Fase 2, ma rimane la distanza di sicurezza
“Inizia la Fase 2, ora la convivenza con il virus. Sarà fondamentale il comportamento responsabile di ciascuno di noi: Non bisogna mai avvicinarsi, al distanza di sicurezza deve essere di almeno un metro. Se non rispettiamo le precauzioni la curva risalirà, aumenteranno i morti e avremmo danni irreversibili per la nostra economia. Se ami l’Italia mantieni le distanze. La fase 2 che scatta dal 4 maggio sarà comunque adattata all’andamento della curva dei contagi”.

Via l’IVA, ma solo sulle mascherine
“Via l’IVA sulle mascherine in un prossimo decreto. Il prezzo sarà bloccato a 50 centesimi”.

Aiuti alle imprese e rinnovo dell’indennizzo da 600 €
“Sono allo studio interventi per le imprese. L’Italia non riparte se non ripartono l’imprese. Per chi ha avuto già il bonus da 600 euro stiamo sperimentando la possibilità di un rinnovo automatico. Nel prossimo decreto ci saranno più aiuti alle imprese, l’obiettivo non è avere più sussidiati ma più occupati”.

Riaprono i parchi pubblici
“Consentiamo il rientro nel proprio domicilio o residenza. Consentiamo l’accesso a ville, a parchi pubblici ma nel rispetto delle distanze e delle prescrizioni di sicurezza”.

Ristorazione solo con asporto, il 18 maggio riapre il commercio al dettaglio
“Dal 4 maggio via libera alla ristorazione con asporto. Si entrerà uno alla volta e il cibo si consuma a casa. La riapertura delle aziende interessate è consentita sul presupposto del rispetto dei protocolli di sicurezza. Ci sarà un protocollo di sicurezza anche per le aziende di trasporto. Il 18 maggio la riapertura del commercio al dettaglio e anche di mostre, musei e allenamenti delle squadre. Parrucchieri e centri estetici dal 1° giugno in poi”. 

- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -

Ultime News