24 C
San Gavino Monreale
lunedì, 26 Ottobre 2020

Valorizzazione di migliaia di reperti archeologici custoditi dal Comune, la mozione del Gruppo Misto

Emergenza sanitaria

Consiglio Regionale, un’interrogazione sulla sospensione delle cure radioterapiche ai pazienti oncologici

"Ottobre, mese tradizionalmente impegnato per la campagna di prevenzione e lotta contro il tumore al seno, vede tantissime donne che potrebbero essere...

Venerdì 6 novembre, a San Gavino una campagna di raccolta di sangue straordinaria

L'emergenza sanitaria sta rendendo questo 2020 complesso dal punto di vista della raccolta sangue. Ad aggiungersi al tradizionale calo delle donazioni estive,...

Coronavirus, 25 ottobre: salgono i contagi in Sardegna, +195 nelle ultime 24 ore

Sono 195 i nuovi positivi in Sardegna nelle ultime 24 ore. Il bollettino della Protezione Civile di oggi 25 ottobre 2020 continua...

Coronavirus, Conte prepara il nuovo DPCM: stop a palestre e cinema, chiusura dei ristoranti alle 18 e stretta sul weekend

Lungo vertice a Palazzo Chigi tra il Giuseppe Conte e i capi delegazione per ragionare sulla nuova stretta per il coronavirus. Tra...

Coronavirus, salgono ancora i contagi in Sardegna: +329 nelle ultime 24 ore

Sono 329 i nuovi positivi in Sardegna nelle ultime 24 ore. Il bollettino della Protezione Civile di oggi 4 ottobre 2020 continua...

Una mozione dei consiglieri del Gruppo Misto, Stefano Altea e Nicola Orrù, per porre in essere tutte le azioni idonee per il recupero e la valorizzazione di “3000 reperti del periodo nuragico ed ancora 1500 tra ornamenti e monete del periodo punico, romano, vandalico e bizantino”.

Questi reperti, custoditi dal 2008 presso locali comunali ma non accessibili al pubblico, secondo i firmatari della mozione sono “una testimonianza storica formidabile delle origini della nostra comunità” per cui si renderebbe necessario il “recupero e la valorizzazione dei predetti reperti”, che costituirebbe “una preziosa occasione per incentivare il turismo culturale locale”.

“Il Comune – fanno sapere Altea e Orrùpossiede gli immobili che potrebbero essere adibiti per l’esposizione dei reperti.” La proposta è quella di impegnare il Sindaco e la Giunta affinché si attivino tutte le “azioni idonee per il recupero e la valorizzazione dei reperti indicati in premessa con la precipua finalità di realizzare un’esposizione permanente degli stessi presso idonei locali a tal uopo adibiti”.

Articoli correlati

Ultime News

Consiglio Regionale, un’interrogazione sulla sospensione delle cure radioterapiche ai pazienti oncologici

"Ottobre, mese tradizionalmente impegnato per la campagna di prevenzione e lotta contro il tumore al seno, vede tantissime donne che potrebbero essere...

Venerdì 6 novembre, a San Gavino una campagna di raccolta di sangue straordinaria

L'emergenza sanitaria sta rendendo questo 2020 complesso dal punto di vista della raccolta sangue. Ad aggiungersi al tradizionale calo delle donazioni estive,...

Bollettino di aggiornamento Covid-19: San Gavino Monreale 25.10.2020

Si comunicano i dati aggiornati alla data odierna:• 27 attualmente positivi (invariato da ieri) di cui 26 in isolamento domiciliare e 1 ricoverato...

26 ottobre 2020, allerta meteo gialla per temporali

Il Centro Funzionale Decentrato di Protezione Civile, in data odierna, ha emesso a partire dalle ore 12:00 del 26.10.2020 e sino alle...