17.2 C
San Gavino Monreale
giovedì, 28 Ottobre 2021

Coronavirus, sospese le visite alla Casa di Riposo di Samassi

Emergenza sanitaria

Sale il livello di allerta per una nuova ondata di contagi da Covid-19 in Sardegna e arrivano le prime ripercussioni anche sul nostro territorio, con i Sindaci sempre più preoccupati dall’andamento dei numeri nella nostra Regione.

Come accade a Samassi, dove il Sindaco Enrico Pusceddu ha comunicato che la Casa di riposo di Samassi interromperà temporaneamente – in via precauzionale – l’accesso alle visite in presenza di parenti e conoscenti degli anziani ospiti della struttura. Il provvedimento entrerà in vigore da oggi 24 agosto 2020 e si protrarrà (salvo proroghe) fino al 7 settembre 2020.

“Ci scusiamo per queste due settimane di disagio – comunica il Sindaco Pusceddu – ma, vista l’incertezza del periodo, si è deciso in accordo con i referenti della struttura di non dare nulla per scontato nella salvaguardia della salute dei nostri anziani. Naturalmente restano a disposizione le visite in videoconferenza o tramite i contatti telefonici dedicati secondo le modalità già avviate in precedenza”.

Anche se i casi più preoccupanti di focolai sono concentrati nel Nord Sardegna, arrivano i primi giri di vite anche nel Campidano. I numeri parlano chiaro, siamo davanti a un ritorno dei contagi che non può essere sottovalutato.

Numeri, è bene ricordarlo, in crescita in Sardegna a causa dei “turisti positivi” entrati nella nostra regione senza alcun controllo (né alla partenza, né all’arrivo). E no, non si tratta dei “migranti” (capro espiatorio preferito da certe frange politiche) ma dei “rich kids”, i cosiddetti “ragazzi ricchi” o più banalmente i “figli di papà” che dopo aver fatto vacanze in Croazia o Spagna, si sono concessi una seconda vacanza in Costa Smeralda, portando il virus.

La Sardegna, da paradiso Covid-free, si è trasformata (giornalisticamente, ancor più che da un punto di vista sanitario) in un territorio a rischio. Chissà se ce ne ricorderemo, alle prossime dichiarazioni trionfalistiche dei nostri governanti.

- Pubblicità -
- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -

Ultime News